, Scuola

Gli studenti: “Vogliamo avere risposte sui trasporti pubblici”

Tre obiettivi: collegamento tra i centri maggiori e tra le frazioni, corse notturne estive

Pietro Gentili

La Consulta provinciale studentesca e il Forum Arcipelago Toscano stanno ripresentando le loro richieste alla provincia di Livorno in modo che su tutto il territorio possa aumentare la frequenza dei collegamenti , armonizzando orari degli autobus con treni e navi per rispondere adeguatamente alle attuali esigenze. Sull’isola d’Elba puntano ad un sistema efficace e capillare per dare risposte alle utenze puntando alla tutela ambientale ed alla mobilità sostenibile per tutti, con un servizio armonizzato e razionalizzato. Proprio sull’isola le criticità nel settore trasporti sono maggiori rispetto al resto della provincia livornese. E le richieste degli studenti puntano a tre obiettivi, ad un sistema a due livelli, alla zona urbana unica e all’inserimento di corse notturne estive. Per quanto riguarda il sistema a due livelli questo prevede un collegamento tra i centri maggiori e poi un secondo tra le frazioni, “con una maggiore frequenza delle corse – spiega Pietro Gentili, esponente del Forum giovanile e presidente della consulta studentesca provinciale -permettendo anche di ridurre i tempi di percorrenza senza ulteriore aggravio di spesa”. La linea principale di competenza di Autolinee Toscane mentre quella tra i paesi più piccoli a carico dei comuni e della società partecipate “con un sistema decentralizzato – continua Pietro – per aumentare la frequenza dei collegamenti tra Portoferraio e i centri maggiori elbani”. Legata a questo è il riconoscimento della zona urbana unica che ha il vantaggio di ridurre i costi e ammortizzarli. “Per riconoscere le esigenze di una mobilità costante e quotidiana – precisa – a differenza di una extraurbana come è adesso che ha costi molto più alti”. La terza richiesta del Forum è quella dell’introduzione delle corse notturne estive, utili sia ai residenti che ai turisti per potersi spostare agilmente ( ad oggi le corse terminano alle 20). “Non chiediamo questo anche durante il periodo invernale a meno che non si intenda introdurlo solo il sabato – precisa Gentili – capiamo le ragioni dell’azienda. Ma in estate sono il minimo sindacale, al di là delle esigenze dei ragazzi, soprattutto per gli ospiti”. Sono richieste per i cui i ragazzi attendono risposte a breve termine, prima dell’inizio del prossimo anno scolastico. “Ci sono tante scadenze e sappiamo che l’osservatorio per la mobilità tra Provincia e comune di Portoferraio, capofila, si sta riunendo – informa il presidente della consulta provinciale – ma dagli altri comuni elbani non arrivano notizie. E’ nostra intenzione su alcune delle nostre richieste avere garanzie anche da parte della Regione Toscana”. Intanto aspettano di avere una data per l’organizzazione di un incontro tra la Consulta provinciale studentesca, la Provincia di Livorno e Autolinee Toscane “per poter ragionare di trasporto pubblico in tutta la provincia – termina – è un incontro che chiediamo da tempo. Ora ci aspettiamo delle risposte perché la provincia fino ad ora è stato un interlocutore valido”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

“Progetto Istruzione” il progetto per arricchire le biblioteche

Organizzato dalla Fondazione Acqua dell'Elba con gli istituti scolastici dell’Isola

Aveva droga e armi in auto, arrestato dai Carabinieri

Trovati 60 grammi di cocaina purissima sottovuoto un coltello e una mazza ferrata

Domanda di ammissione agli asili , si avvicina la scadenza

Il 31 maggio termine ultimo per presentare le domande. Le informazioni utili