,

Ruba piante fuori a un locale, denunciata dai Carabinieri

La donna, una 50enne del posto, ha prelevato la refurtiva sul lungomare del paese

I Carabinieri della Stazione di Porto Azzurro hanno denunciato a piede libero una donna sui 50 anni del posto, ritenuta gravemente indiziata di aver commesso un furto ai danni di un esercizio sito nel lungomare di quel centro.

In particolare, i carabinieri sono stati attivati per la sottrazione di piante ornamentali di Hibiscus che erano posizionate fuori da un esercizio del centro di Porto Azzurro. La singolarità dell’episodio, inizialmente inspiegabile data la rituale presenza di tali decorazioni arboree in numerosi esercizi bar e di ristorazione dell’Isola e che non avevano mai destato segnalazioni di sottrazioni simili, è stata successivamente disvelata dalle indagini dei militari di Porto Azzurro.

La loro ricostruzione della vicenda ha consentito di individuare e identificare una donna che nell’orario di chiusura dell’esercizio, in modo quanto mai disinvolto e forse artatamente tale per non destare attenzione, approfittando della facile accessibilità alle eleganti piantumazioni, si sarebbe appropriata di due Hibiscus ornamentali, di valore intorno ai 500 euro posizionati all’esterno di un noto locale di Porto Azzurro.

All’esito delle attività, in cui hanno contribuito tutti gli accertamenti sia di tipo tecnico che la profonda conoscenza del territorio, è emerso che la presunta ladra si sarebbe avvicinata con l’auto sul posto per prelevare le piante che fortunatamente sono poi state recuperate e restituite al proprietario.

La presunta responsabile è stata denunciata all’AG di Livorno per furto aggravato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Importuna i clienti di un negozio chiedendo denaro

La donna mostrava una falsa attestazione di disabilità. Denunciata dai Carabinieri

Mangia un panino in spiaggia e rischia di morire soffocata

Una donna di 73 anni è stata soccorsa alla Paolina, trasportata dall'elisoccorso a Livorno