Pianosa, avviso pubblico per sviluppare progetti agricoli

Il sindaco: "Grazie al riconoscimento degli usi civici, spero ci sia interesse imprenditori"

l'isola di pianosa

È pubblicato all’albo pretorio del Comune di Campo nell’Elba l’avviso pubblico rivolto a tutte le aziende interessate a presentare un progetto di recupero produttivo dei terreni agricoli di Pianosa individuati nel piano di valorizzazione dei beni di uso civico.
I terreni e gli edifici interessati sono individuati all’interno delle schede allegate all’avviso pubblico pubblicato sul sito https://www.comune.camponellelba.li.it
“Spero che ci siano Aziende interessate alla valorizzazione di Pianosa e alla sua vocazione agricola- spiega il Sindaco di Campo nell’Elba Davide Montauti -. In particolare mi auguro che ci sia un interesse concreto soprattutto da parte degli imprenditori del territorio”.
La manifestazione di interesse è finalizzata a verificare la possibilità da parte del Comune di concedere l’intero territorio “coltivabile” comprensivo eventualmente degli edifici necessari per lo svolgimento del progetto di sviluppo agricolo dei terreni coltivabili così come già previsto dal Piano di valorizzazione degli usi civici e dal Piano del Parco.
“Ci sono circa 65 ettari di terreni agricoli a disposizione ed altri 36 ettari individuati per il pascolo – spiega il Sindaco Montauti -. Questa Amministrazione ha individuato anche un elenco di fabbricati sui quali, al pari dei terreni, può essere manifestato “Interesse” per il loro recupero e concessione qualora ritenuti indispensabili per la rimessa a coltura e recupero produttivo dei terreni. Questo significa che il progetto può includere anche il recupero delle stalle, degli edifici presso l’orto grande, il caseificio, il fienile, l’edificio del Giudice. Potrebbe essere l’inizio per la valorizzazione di tutto il patrimonio di storia, cultura e tradizioni che appartiene alla Comunità campese grazie al riconoscimento degli usi civici”.
L’Amministrazione comunale dopo questa prima fase di “verifica esplorativa”, valutate le disponibilità, con successiva proceduta ad evidenza pubblica che sarà pubblicata sul portale START provvederà a valutare le progettualità esecutive presentate ed i relativi business plan con particolare attenzione alla loro “ricaduta” economica e di sviluppo sia rispetto alla valorizzazione di Pianosa che sulla Comunità del Comune di Campo nell’Elba.
Gli interessati dovranno far arrivare una comunicazione a mezzo PEC nella quale si attesti il proprio interesse a sviluppare una progettualità di “Recupero produttivo agricolo dell’Isola di Pianosa e dei fabbricati che si intendono anche questi recuperare in quanto necessari al processo che si intende intraprendere” entro e non oltre venti giorni decorrenti dalla pubblicazione del presente avviso sul BURT (16 marzo 2022 n.11) al rappresentate legale del Comune di Campo nell’Elba all’indirizzo PEC comune.camponellelba.li@postacert.toscana.it
“Questo è un ulteriore passo in avanti per il futuro di Pianosa. Nei prossimi mesi sarà consolidato il progetto “PON inclusione” in accordo con l’Amministrazione Penitenziaria per il recupero sociale dei detenuti che si dedicheranno proprio a progetti di agricoltura biologica – conclude Montauti -. Stanno partendo i primi interventi sull’acquedotto dopo la firma del protocollo d’Intesa e, grazie ai finanziamenti ottenuti dal Fondo per gli investimenti per le Isole Minori è previsto il rifacimento dei muri di contenimento del Lungomare di Cala Giovanna danneggiati dalla mareggiata dell’ottobre 2018. Piccoli passi per il futuro dell’Isola di Pianosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Capo Poro: il Comune ordina la sospensione dei lavori

Il provvedimento ordina anche la riapertura del sentiero che conduce allo storico Faro

Emergenza pediatrica, il sindaco: “c’è una soluzione”

Montauti: "Stiamo cercando di ovviare al pensionamento di De Fusco. Ecco come"

Masso alla Quata, l’osservatorio verrà messo in sicurezza

Interverrà l'Unione di Comuni montana Colline Metallifere, che ne ha competenza