Una cellula per la libertà e contro tutte le guerre

Riconoscimento speciale del premio La Tore prodotto dall'artista elbano Walter Puppo

La cellula di Walter Puppo

Nel solco della sua ormai consolidata fama di essere un premio ‘sui generis’ che mira alla valorizzazione delle figure pubbliche che hanno maggiormente inciso nel panorama culturale e sociale italiano e che attraverso la propria attività hanno dimostrato ‘ingegno ed eccellenza’, sempre con eclettismo e poliedricità, il Comitato Promotore del Premio Letterario la Tore Isola d’Elba ha deciso di assegnare al vincitore della edizione 2022 un ‘premio speciale’ ossia una Cellula creata dal maestro Walter Puppo in questi giorni in onore del Popolo Ucraino vittima della guerra. Nell’Opera, che sarà esposta all’Arthotel Gabbiano Azzurro Due di Marciana Marina fino alla consegna al vincitore del premio 2022, vediamo anche i blindati che minacciano la integrità della Nazione Ucraina e la parte bianca che ispira la purezza da loro compromessa. Nello specchio invece si può riflettere la nostra anima di uomini liberi e che anelano alla Pace tra i Popoli liberi da sovrani nella propria Terra. Il maestro Walter Puppo è membro del Comitato scientifico e d’Onore del premio fin da quando nel 2008 ha realizzato il premio consegnato a Gianantonio Stella e per tutti questi anni ha partecipato attivamente alle attività culturali dell’isola e non solo, facendo onore al ricordo indelebile del padre, il maestro Eolo Puppo, tanto apprezzato alla Marina come uomo e come artista. Di lui ha scritto, tra i molti che ne hanno apprezzato le doti artistiche, Susanna Ragionieri: (…) così sono nate le “cellule”: la forma sintetica, allungata, frontale, riporta per ammissione dell’artista “a visioni arcaiche, pietre, isole e organismi strettamente legati alla natura”, ma come accade alle forme e ai simboli lasciati per lungo tempo a sedimentarsi nella memoria, ciò che resta della loro esistenza è soltanto l’impronta, la traccia abrasa e quasi senza peso; nè potrebbe essere altrimenti, pensavo qualche anno fa, nella condizione di frammentarietà e di solitudine del presente; dunque “cellule” come ossi di seppia della contemporaneità. (…) Nato a Portoferraio nel 1957, Puppo si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze ed ha esposto nelle principali gallerie italiane e europee sia da solo sia in mostre collettive di notevole successo. Il Premio letterario La Tore Isola d’Elba, che si terrà il prossimo 23 luglio alla Marina, è promosso da Franco e Lucia Semeraro e dall’Hotel Gabbiano Azzurro, nonché patrocinato dal Comune di Marciana Marina con la partecipazione della Pro-Loco marinese e vede anche quest’anno la sponsorizzazione di Acqua dell’Elba che acquisterà il quadro-premio. Condurrà la serata come di consueto la dott.ssa Lucia Soppelsa e non mancherà il consueto omaggio del dott. Marcello Bruschetti, presidente di Enoglam EVO.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Portoferraio, “Il ritorno dell’Aquila” la mostra di Italo Bolano

L'esposizione rimarrà aperta fino al 31 maggio al centro di arti visive Telemaco Signorini

Una mostra per ricordare Napoleone e Italo Bolano

Verrà inaugurata il 5 maggio alle ore 18 presso la Telemaco Signorini

‘Il ritorno dell’Aquila’, inaugurazione giovedì 5 maggio

L'esposizione rimarrà aperta fino al 31 maggio e può essere visitata dal lunedì al giovedì