Le foto

Rotonda a San Giovanni, via ai lavori. Pronta in 40 giorni

Aperto ieri il cantiere, i lavori saranno eseguiti dalla ditta Monni. Costerà 286mila euro

Ecco dove sorgerà la rotonda di San Giovanni

E’ stato aperto ieri il cantiere per la realizzazione della rotatoria che, sul piano di San Giovanni, lungo la provinciale Bivio Boni-Porto Azzurro, andrà a sostituire l’attuale impianto semaforico situato all’altezza del bivio per Colle Reciso che in passato, durante il periodo estivo, ha causato sistematicamente lunghe e fastidiose code di automobili . I lavori, dopo la rinuncia, per l’impossibilità di realizzarli in tempi brevi, della ditta G.M Scavi vincitrice della gara di appalto bandita tramite la procedura telematica Start, sono stati affidati alla ditta Claudio Monni di Portoferraio che aveva presentato la seconda offerta economicamente più vantaggiosa per le casse comunali. Il progetto, realizzato dell’ingegner Daniele Sciuto di Perugia, prevede una spesa complessiva di 286.841,35 euro, finanziata per 70.000 euro con un contributo della Gestione Associata per il Turismo dell’Elba impiegando i fondi del contributo di sbarco e per la rimanente parte dal Comune di Portoferraio con fondi propri.

” Con la realizzazione della rotatoria – dice il sindaco Angelo Zini – si prevede di migliorare il deflusso del traffico garantendo la sicurezza stradale. La sua caratteristica forma allungata consente di ridurre al minimo l’interferenza della stessa con le proprietà circostanti, garantendo le funzionalità di accesso del parcheggio degli impianti sportivi di San Giovanni nel quale, grazie ad una nuova organizzazione degli accessi ed all’arretramento della recinzione, non ci sarà una significativa riduzione del numero dei posti auto. La forma a fagiolo dell’infrastruttura consentirà inoltre di non interferire in alcun modo con i sottoservizi presenti nella zona, in particolare alcune importanti linee telefoniche ed elettriche, il cui eventuale spostamento avrebbe richiesto tempi lunghi ed anche una maggiore spesa”.

In termini esecutivi l’intervento progettato prevede l’abbattimento delle piante a margine della strada, l’intubazione della porzione del fosso di deflusso delle acque piovane per tutta la lunghezza della rotatoria, la realizzazione al centro di essa di una predisposizione per la corrente elettrica per poter realizzare successivamente l’illuminazione pubblica, la scorticatura superficiale del tracciato, la realizzazione della nuova fondazione e del nuovo manto stradale, la posa in opera delle cordolature e la sistemazione delle aiuole. In corrispondenza della zona della recinzione degli impianti sportivi è prevista la realizzazione di una zanella per il deflusso delle acque meteoriche e la realizzazione di una linea fognaria per il deflusso delle stesse acque. E’ prevista infine la realizzazione dell’apposita segnaletica orizzontale e la fornitura e posa in opera di barriera stradale di sicurezza a protezione del bordo laterale.

“Siamo molto contenti – afferma il sindaco Zini – di essere riusciti finalmente a concretizzare un progetto che si trascinava da anni riguardo il quale, quando ci siamo insediati, abbiamo trovato una progettazione da adeguare e rivedere profondamente. In pratica siamo dovuti ripartire da zero. Per questo la soddisfazione è ancora maggiore”.

Il cronoprogramma prevede il completamento dei lavori in circa 40 giorni.

Una risposta a “Rotonda a San Giovanni, via ai lavori. Pronta in 40 giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Rotatoria: ritardi nei lavori, termineranno a fine maggio

"La soluzione adottata è la migliore, lo confermano i dati della fase sperimentale"

Bergamini: “Sul tribunale elbano dobbiamo aprire spiragli”

Il sottosegretario ha incontrato gli avvocati isolani annunciando massima condivisione

Progetto Scuola, Banco Bpm sostiene l’I.C. Sandro Pertini

Una donazione per garantire lezioni all'aperto con gazebo e sanificatori a vapore