Vietato bruciare sterpaglie dal 12 al 27 marzo, rischio incendi

Lo ha deciso la Regione alla luce delle scarse precipitazioni attuali e previste a 15 giorni

un incendio all'Elba

La direzione agricoltura e sviluppo rurale della Regione Toscana ha deciso di istituire un periodo a rischio per lo sviluppo di incendi boschivi su tutto il territorio regionale a partire dal 12 marzo e fino al 27 marzo 2022 compresi. Per gran parte del territorio regionale, il modello prevede un livello di rischio alto per lo sviluppo di incendi boschivi legato in particolare agli effetti prodotti dal perdurare di condizioni meteo climatiche caratterizzate da scarse precipitazioni pregresse e presenza di ventilazione proveniente dai quadranti orientali/settentrionali con conseguente bassa umidità relativa dell’aria. Inoltre la tendenza meteo a due settimane elaborata dal Consorzio Lamma fornisce indicazioni sul probabile innalzamento degli attuali livelli di rischio in tutta la Regione dovuto all’instaurarsi di condizioni meteo caratterizzate da pressioni medio-alte con bassa probabilità di precipitazione. Nel periodo considerato a rischio ed individuato quindi nel periodo tra il 12 e il 27 marzo è vietato qualsiasi tipo di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali su tutto il territorio regionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Campo solare a Capoliveri, due posti ancora disponibili

Il servizio sarà organizzato nei mesi di luglio e agosto, nei giorni da lunedì al venerdì

Portoferraio, aperte le iscrizioni ai campi solari

Si svolgeranno nei mesi di luglio ed agosto 2022, gestiti dalla cooperativa sociale Arca

Provincia al lavoro per la sistemazione del manto stradale

Lavori su SP 26 “Porto Azzurro – Quadrivio Padreterno” e SP 24 Bivio Boni – Procchio”