Rio - La locandina

“Un click nella storia riese”, foto, filmati e cortometraggio

Il progetto è dell'associazione culturale "Carlo D'Ego - Riesità" con le scuole del paese

Concretizzando l’idea del socio Roberto FERRINI e grazie alla fattiva collaborazione e disponibilità della Preside dell’Istituto comprensivo “G: Carducci”, Prof.ssa Daniela Pieruccini e del Vice Preside, Prof. Pierluigi Martano, nel corso del corrente anno scolastico 2023/2024, l’Associazione Culturale Carlo d’Ego Riesità, sta sviluppando il progetto “Un click nella storia riese – per non dimenticare il nostro passato” che vedrà protagonisti gli alunni delle elementari e della scuola media di Rio, coinvolgendo i ragazzi a cui Carlo d’Ego teneva tanto e ai quali sono rivolte le pagine dei suoi libri, con la speranza che i giovani non smarriscano la loro “Riesità”
Il progetto si sviluppa in più momenti: la prima fase prevede due appuntamenti presso la sala conferenze (g.c.) del Parco Minerario Isola d’Elba a Rio Marina dove verranno proiettati foto e filmati realizzati da Carlo d’Ego; proprio nel pomeriggio di giovedì 25 gennaio verrà proiettato il cortometraggio dal titolo UN GIORNO A RIO, realizzato circa settant’anni fa (!) da Carlo d’Ego.
La seconda fase del progetto prevede invece la ricerca di fonti storiche, sia testuali che orali, anche attraverso interviste a parenti o conoscenti che hanno vissuto direttamente o indirettamente il periodo di attività mineraria a Rio.
Poi seguiranno uscite sul territorio mirate a ricercare nei luoghi dove si svolgeva l’attività mineraria, la presenza o meno di tracce storiche delle miniere o di esempi di riqualificazione territoriale.
Infine, il lavoro svolto nel corso dei mesi, si concretizzerà con un CONCORSO FOTOGRAFICO a cui parteciperanno gli alunni, con la donazione da parte dell’Associazione Culturale Carlo d’Ego Riesità di premi in materiale didattico.
Insomma un progetto impegnativo, il cui obbiettivo principale è quello di recuperare le tracce storiche della memoria dei luoghi; una sorta di ponte tra chi da sempre cerca di conservare la memoria del territorio e chi rischia di perderla o addirittura non incontrarla.
Avvicinare così i giovanissimi allievi delle scuole coinvolte nel progetto, può permettere di conservare una identità culturale necessaria per aprirsi al mondo esterno, quello dell’accoglienza turistica e dell’apertura verso le molte persone provenienti da territori diversi che abitano l’isola ormai da anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Un click nella storia riese”, giovedì nuovo appuntamento

Il progetto dell'associazione culturale "Carlo d'Ego" insieme ai ragazzi delle scuole di Rio

26 febbraio, la fuga di Napoleone dall’isola d’Elba

Duecentonove anni fa, dopo 299 giorni di permanenza. La storia di quel giorno