/ LE FOTO

Il tuffo dell’Epifania alle Ghiaie ricordando Vincenzo

Una delegazione dell'Elba Rugby ha affiancato gli "Elefanti del Mare". La commozione

Il tradizionale tuffo in mare dell’Epifania alla spiaggia delle Ghiaie stavolta ha visto scorrere furtivamente qualche lacrima negli occhi dei partecipanti. Nella mattinata di sabato 6 gennaio, insieme al tradizionale gruppetto degli “Elefanti del Mare”, al quale solitamente faceva parte anche Vincenzo Vozza, scomparso tragicamente nella notte di Natale, c’era anche una delegazione di Elba Rugby, che ha portato in acqua proprio la maglietta numero 17, quella di Vincenzo. Nel ricordo di Vincenzo, sotto una pioggia battente “piu’ fredda dell’acqua del mare” – ci hanno assicurato i partecipanti –  il tutto si è protratto per quache minuto sulla spiaggia per le foto di rito, prima di tornare poi al coperto per rifocillarsi con un buon vin brulèe preparato per l’occasione da alcuni assistenti.

“E pensare – raccontano Mario Ferrari e Vincenzo Fornino, tradizionalmente promotori di queste iniziative invernali – che proprio oggi avremmo dovuto consegnare a Vincenzo il suo accappatoio personalizzato che avevamo fatto fare per tutti i partecipanti abituali ai nostri tuffi invernali”.

Le immagini del tuffo sono circolate ben presto sui social, e sono state commentate anche dalla mamma di Vincenzo Vozza, Annalisa Di Pede. “Mi scaldate il cuore – ha scritto Annalisa su Facebook – Grazie, grazie a tutti voi. Vincenzo vi guarda da lassù!”

Il prossimo appuntamento dei “tuffatori invernali” è per il 21 febbraio, tradizionalmente identificato come il giorno della “Primavera in Mare”.

 

2 risposte a “Il tuffo dell’Epifania alle Ghiaie ricordando Vincenzo

  1. Flavia Boni Rispondi

    Dovevate scrivere anche il mio nome dato che sono l ” unica donna del gruppo che fa il tuffo in mare spesso e quello di Patrizia Cherici la nostra brava fotografa….
    Ok Flavia Boni

    6 Gennaio 2024 alle 20:39

  2. Gabriele Orsini Rispondi

    Che bravi coraggiosi : avete fatto anche un bel ricordo del povero Vozza

    6 Gennaio 2024 alle 19:22

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Le erbe aromatiche della macchia diventano acquarelli

Gli alunni di Casa del Duca artisti della cultura contadina elbana. Il progetto

Studenti del Cerboni impiantano vigna agli Orti Sociali

L'iniziativa nell’ambito del progetto “Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana”

Racconti riesi: “Rio Castello, storie di cucina e di cantina”

Si terrà mercoledì 7 l'iniziativa del Circolo Ricreativo e Culturale "Mario Cacialli"