Rio Elba, ruba in chiesa i soldi dalla cassetta delle offerte

Se n'è accorto il parroco a Capodanno. Trentottenne denunciato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Rio, a conclusione di indagini e accertamenti, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria labronica un 38enne straniero, poiché gravemente indiziato di aver commesso un furto all’interno della Chiesa dei Santi Giacomo e Quirico di Rio nell’Elba.

È stato il parroco della predetta Chiesa che la mattina dopo Capodanno, con amara sorpresa si è accorto che ignoti autori, probabilmente la sera prima, quando ancora la Chiesa era aperta e approfittando del buio, avevano asportato l’intera cassetta delle offerte che conteneva tutte le donazioni dei fedeli raccolte nel corso delle festività natalizie.

Il parroco ha immediatamente avvisato i Carabinieri della Stazione di Rio che hanno subito raggiunto la chiesa e avviato le indagini, coadiuvati anche dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile di Portoferraio.

Grazie alla approfondita conoscenza del territorio e dei suoi abitanti, i carabinieri, nel giro di poche ore, hanno individuato il presunto autore del furto; si tratta di una persona straniera di 38 anni, senza occupazione stabile e dimorante da alcuni mesi nel versante orientale dell’isola. Poco dopo l’hanno rintracciato ed eseguito un’accurata ispezione dentro la sua dimora, al cui interno è stata recuperata la cassetta delle offerte risultata già forzata e svuotata del denaro contenuto.

Gli ulteriori accertamenti dei Carabinieri hanno consentito anche di recuperare, sempre nella disponibilità dell’uomo, un sacchetto ben nascosto e contenente, non solo monete e banconote di piccolo taglio, ma anche dei frammenti metallici della stessa cassetta delle offerte.

Infine è stato recuperato e sequestrato anche un coltello da cucina utilizzato dal ladro per forzare la cassetta delle offerte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Lavori nel centro storico, anche nella scalinata del Falcone

L'opera di recupero del patrimonio storico finanziata per 1.150.000 euro con fondi PNRR

Intensificati i controlli dei carabinieri in area portuale

Eseguite anche verifiche a locali pubblici e a persone sottoposte a misure cautelari

Chiusura temporanea al traffico nel centro storico alto

Pulizia e decoro ma anche trasporto di attrezzature per il teatro dei Vigilanti - Cioni