ASL, “L’unico sangue che accettiamo é quello donato”

Nella giornata contro la violenza sulle donne l'iniziativa nei centri trasfusionale

L’unico sangue che accettiamo é quello donato“. Con questo slogan tutti i centri trasfusionali dell’Azienda USL Toscana nord ovest parteciperanno alle manifestazioni organizzate per giovedì 25 novembre in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

“Spesso organizziamo momenti di divertimento per i donatori – dice Fabrizio Niglio, Direttore dell’Area di Medicina Trasfusionale dell’Azienda USL Toscana nord ovest – ma, ogni 25 novembre, ci teniamo ad essere portatori di uno specifico messaggio contro ogni forma di violenza.  Tutti i centri trasfusionali avranno una forte immagine simbolica fatta di scarpe, panchine, addobbi rossi. La foto simbolo sarà una panchina rossa messa davanti ad un muro rotto a significare che dobbiamo lavorare, prevenire, riparare, ma non nascondere. Chiediamo ai donatori di aiutarci a diffondere il messaggio venendo numerosi nei trasfusionali. Un atto positivo verso i pazienti ma fortemente connotato di protesta contro la violenza”.

“Nessuno più del donatore – continua Niglio – sa cosa è la solidarietà e la capacità di dare senza ricevere per questo vi aspettiamo nei nostri centri per gesto che avrà doppio valore. Nell’occasione tutti i trasfusionali aumenteranno i posti prenotabili, a Pontedera e Volterra l’orario sarà prolungato fino alle 15, una maggiore disponibilità resa possibile grazie agli sforzi dei nostri operatori che colgo l’occasione per ringraziare per la professionalità sempre dimostrata. Al nostro fianco anche le associazioni di volontariato che ci supportano in questa come in tutte le altre iniziative”.

CHI PUO’ DONARE. Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta (aspirante donatore) può farlo esclusivamente dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo pre-donazione. La cosiddetta “donazione differita” ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.

Sul sito della Azienda USL Toscana nord ovest (www.uslnordovest.toscana.it) nella sezione “Come fare per” sono riportate le risposte alle domande più frequenti sull’argomento, indicazioni sul centro trasfusionale più vicino e come poter prenotare la propria donazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Open Day per conoscere leunità cinofile di soccorso nautico

Si terrà a Marina di Campo domenica 27 settembre. Tutte le informazioni necessarie

Passeggiata con l’Auser alle Fortezze di Cosimo de Medici

L'appuntamento è il 24 novembre alle 14.30 nella piazzetta di benvenuto agli ospiti

Scoprire i segreti delle piante con un corso online gratuito

"Botanica per tutti", in collaborazione tra World Biodiversity Association e Parco