Aiuti alla mensa parrocchiale di San Giuseppe

L'iniziativa del sindacato dei pensionati: "Momento drammatico"

Lo Spi Cgil, il sindacato dei pensionati isolani, come da programma stabilito dalla segreteria, ha ripetuto un intervento economico in favore di chi è più in difficoltà, in particolare in questo periodo pandemico. Mercoledì 9 marzo, Franco Dari il segretario e altri membri del direttivo, Fabrizio Antonini, Luciano Lunghi, Rita Nicchi ed Anna Galli, si sono recati a fare una spesa solidale presso l’Unicoop Tirreno di viale Tesei a Portoferraio. “Abbiamo acquistato vari generi alimentari- commenta Galli. che ha gestito in questi giorni impegni per “La giornata internazionale della donna”- per dare una mano alla mensa quotidiana rivolta a persone che sono in difficoltà, un impegno di grande valore esistente da anni alla parrocchia di San Giuseppe, posta nella periferia di Portoferraio, alla Sghinghetta”. E i 300 euro in alimenti sono stati immediatamente consegnati alla chiesa grazie al trasporto assicurato dall’auto dell’Auser, associazione nazionale di solidarietà fondata nel 1989 dallo Spi-Cgil. La parrocchia è gestita da don Domenico Pinheiro e grazie all’azione della Caritas locale, che dispone di vari volontari, viene garantita tale assistenza alimentare ed anche vengono donati vestiari ed altri materiali alle famiglie in crisi. L’impegno fu portato avanti dal compianto don Gianni Mariani, anche con i volontari della San Giuseppe Onlus, oltre la Caritas parrocchiale. “Viviamo tempi critici da molto; – precisa Anna – chi è in particolare difficoltà va sostenuto. Ora ci sono anche venti di guerra, una follia che purtroppo sembra inarrestabile in Ucraina. Siamo vicini a quella nazione, come siamo vicini alle persone dell’isola che devono affrontare una vita con problemi economici. Dobbiamo impegnarsi tutti perché la solidarietà diventi un fatto quotidiano”. E in questi giorni le donne iscritte allo Spi Cgil, rappresentate dalla stessa Anna, da Rita, Paola e Piera, hanno raggiunto luoghi di lavoro, tra cui l’ospedale di San Rocco e i vari supermercati, per realizzare una cosa molto semplice: ringraziare tutte le donne e in generale tutti coloro che si prodigano nel lavoro quotidianamente, in questo tempo pandemico. “Abbiamo visto e ci ha fatto molto piacere, – conclude Anna- contentezza, cordialità nelle lavoratrici, nei loro rappresentanti sindacali e nei dirigenti. Riconoscere il loro impegno quotidiano è una piccola grande gratificazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Corri per Alba, la nuova iniziativa di Diversamente Sani

Una maglietta benefica per il ricordo di Alba Giusti alla Maratona dell'Isola d'Elba

Diversamente Sani, un nuovo consultorio oncologico on line

Presentato il progetto di sostegno di Taognam, con un team di esperti a disposizione

Rotary club isola d’Elba, iniziativa per l’Ucraina

Un mezzo carico di aiuti umanitari e beni di prima necessità destinato ai profughi