Solstizio d’estate nel mistero dei megaliti a Pietra Murata

Un trekking/cammino organizzato da Circolo Culturale Le Macinelle e Another Elba

Quest’anno il solstizio d’estate cade il 20 giugno. È l’evento naturale che apre l’estate astronomica: il giorno più lungo dell’anno, celebrato per la sua importanza nel ciclo agrario come periodo della mietitura e della maturazione dei frutti. La zona collinare sopra San Piero in Campo è un museo a cielo aperto ricco, tra le altre cose, di testimonianze megalitiche. Sulle vie del granito vivevano in epoche protostoriche, popolazioni eneolitiche che coltivavano la terra e osservavano il cielo.

Per celebrare la ricorrenza il Circolo Culturale Le Macinelle e Another Elba tours di Valerie Pizzera hanno organizzato un trekking/cammino a Pietra Murata sulle tracce di questi remoti progenitori, per attraversare le epoche più antiche e le costellazioni più lontane con l’archeologa romana Tatiana Melaragni, l’ex funzionario della Soprintendenza di Siena Paolo Nannini, il presidente del gruppo Astrofili di San Piero Lello Tranchida, il produttore vinicolo Guido Allori, presidente della sezione elbana di Coldiretti.

Il momento più evocativo si avrà con le performances dell’attrice di San Piero Francesca Ria e di Silvia Maggini con il suo tamburo sciamanico.

La prima parte dell’evento sarà a 2 velocità: si potrà scegliere tra il (facile) trekking di 3 ore con partenza alle 14,30, che dall’imbocco del sentiero 111 con la provinciale 37 che sale al monte Perone (460 m.) che toccherà i 754 m. di Masso alla Quata e i suoi spettacolari panorami, per scendere tra elicriso e ginestre verso Pietra Murata (551 m.).

In alternativa si potrà optare per il piacevole cammino (di 40 minuti) con partenza alle 16,30 dallo stesso luogo accompagnati da Gian Mario Gentini, presidente del Circolo Le Macinelle, che promuove con amore il suo territorio da un trentennio, programmando le iniziative più svariate e la sua assistente Maria Gabriella Bassani, che orchestra dietro le quinte.

‘Special guest’ del trekking condotto da Valerie Pizzera, guida ambientale e turistica fondatrice di Another Elba tours, sarà “l’incontenibile” Paolo Nannini alias “Opaxir”, ex funzionario della Soprintendenza di Siena, fotografo ed appassionato di megalitismo che già nell’aprile scorso ha ‘regalato avventure’ all’escursione della necropoli della Forca e di Piane alla Sughera.

L’appuntamento è per tutti all’imbocco del sentiero 111 sulla provinciale 37 che sale verso il monte Perone (dopo più su della Pieve di San Giovanni).

I due gruppi si riuniranno poi alle 17,30 a Pietra Murata, spettacolare sito con un enorme monolite di granito affacciato sul mare a cui è addossato un piccolo caprile “d’autore”, dove l’archeologa romana Tatiana Melaragni (studiosa di antiche civiltà) parlerà del rapporto tra uomo e paesaggio in relazione all’archeoastronomia, la scienza ora in voga che studia le connessioni tra i megaliti e i fenomeni celesti, duettando con ‘l’uomo delle stelle’ Lello Tranchida, presidente del gruppo Astrofili di San Piero che segue il corso degli astri nella volta celeste e fa opera di divulgazione da anni organizzando serate di osservazione.

Poi arriveranno le emozioni con Francesca Ria, attrice professionista di San Piero in Campo, che leggerà alcune poesie dedicate al solstizio e reciterà una parte del monologo di Titania, la regina delle fate, estratto
dalla commedia “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare ambientata nella notte più corta dell’anno.

A celebrare però il solstizio alla ricerca di una connessione con la madreterra, saranno Silvia Maggini, ricercatrice di sacralità e di equilibrio con la natura, e il suo tamburo sciamanico.

Concluderà il programma un brindisi conviviale alla stagione del sole, degustando un bicchiere di autoctono Ansonica dell’azienda agricola Allori di Lacona con il produttore Guido Allori, presidente della sezione elbana della Coldiretti, che ci svelerà i segreti della sua cantina.

Il simbolico contributo di partecipazione all’evento (per entrambi i percorsi) è di €10 a persona.

Per partecipare è richiesta la prenotazione al 333-4783595 Gabriella o al 346-4904719 Valerie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Quinta nidificazione di tartaruga marina a Pianosa

Ancora a Cala Giovanna. Nell’isola protetta quasi la metà delle nidificazioni in Toscana

Marciana Marina diventa capitale dell’Isola delle tartarughe

20 e 21 luglio: arte, trekking, immagini e scienza alla scoperta della biodiversità dell’Elba