“CamminEndo”, passeggiata consapevole sull’Endometriosi

A Portoferraio l'iniziativa organizzata da EndoElba, presenti una settantina di persone

Venerdì 14 giugno si è svolto un originale e coinvolgente evento organizzato dall’Associazione EndoElba: dal titolo “CamminEndo”, passeggiata in abbigliamento giallo per la consapevolezza sull’Endometriosi.L’evento ha coinvolto quasi una settantina di persone, tra adulti e bambini, che, accompagnati dalla guida ambientale escursionistica Monica Benedetti, hanno seguito un percorso storico-culturale della città di Portoferraio colorandola di giallo e percorrendone diverse vie interne, attraversando le mura fortificate della bellissima città medicea.
L’obiettivo della serata è stato quello di attirare l’attenzione dei turisti e dei residenti verso un gruppo di persone vestite in giallo, colore simbolo dell’endometriosi, tutte con la stessa maglietta: camminando per il centro hanno distribuito, presso i tavoli di bar e ristoranti, cartoncini di sensibilizzazione con QR code apposito sul tema endometriosi.
Punto di partenza del gruppo la EndoPank di Via Vittorio Emanuele II a Portoferraio, varie soste nei punti più belli della città con spiegazione della guida, piccole curiosità, meraviglioso tramonto alle Viste e discesa verso il Grigolo in direzione di  Piazza Cavour, dove la passeggiata si è conclusa con un aperitivo conviviale c/o il bar Dolce Vita.
Sensibilizzare sul tema Endometriosi, dicono le ragazze dell’Associazione, è il nostro fine ed obiettivo principale che cerchiamo di raggiungere sempre con eventi il più possibile coinvolgenti e positivi.
E non sarà l’unico: in programma infatti ci sono nuove passeggiate di sensibilizzazione negli altri Comuni dell’isola d’Elba, dove hanno sede le panchine gialle endopank.
Restate sempre aggiornati sulla pagina www.endoelba.it.
EndoElba ci tiene a ringraziare in particolare la guida, Monica Benedetti, il fotografo dell’evento Paolo Calcara e la Dott.ssa Esposto, specialista in endometriosi, che si è unita a noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Il Grigolo è di nuovo nostro”. Contente le associazioni

Già a lavoro per rendere la struttura gradevole dopo il permesso dell'amministrazione