Pulizia straordinaria in via dei Palchetti e via Scoscesa

di Amministrazione Comunale

Ecco l’Ordinanza con cui il Comune di Portoferraio dispone per il 29 gennaio gli INTERVENTI DI PULIZIA STRAORDINARIA IN VIA DEI PALCHETTI E VIA SCOSCESA
Oggetto: Modifiche alla viabilità – istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in Via Palchetti e Via Scoscesa, per Lunedì 29 Gennaio 2024 dalle 08.00 fino a fine lavori, per consentire le operazioni di pulizia da parte della Società E.S.A e Cosimo de’ Medici.
IL SINDACO
VISTA la necessità di provvedere ad una pulizia straordinaria di Via Palchetti e Via Scoscesa;
VISTA la volontà dell’Amministrazione comunale di far rimuovere eventuali elementi non autorizzati che ostacolano il passaggio dei pedoni e di effettuare la puntuale pulizia delle zone interessate;
VISTA la necessità di effettuare operazioni di pulizia per permettere il mantenimento del decoro delle strade citate in oggetto;
VISTO l’art. 107 del T.U. sull’ordinamento degli Enti Locali adottato con D.lgs n. 267 del 18.08.2000;
VISTI gli artt. 5, 6, 7, 158 e 159 del Decreto Legislativo 30.04.1992 n. 285 riguardante le norme sulla disciplina della circolazione stradale e successive modificazioni ed integrazioni, nonché le norme del Regolamento di esecuzione e di attuazione approvato con D.P.R. 16.12.1992 n. 495;
ORDINA
di istituire il giorno 29 Gennaio 2024 in Via Palchetti e Via Scoscesa, dalle ore 08.00 fino a fine lavori, il DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA per consentire le operazioni di pulizia da parte della Società E.S.A. e Cosimo de’Medici;
di disporre la rimozione di eventuali elementi di arredo non autorizzati o che in qualche modo ostacolano temporaneamente le operazioni.
DISPONE
L’esecutività della presente Ordinanza ad avvenuta installazione della segnaletica.
Dispone altresì che:
La ditta esecutrice le opere dovrà predisporre la delimitazione dell’area in uso, applicando le modalità e i mezzi così come disposti dal regolamento del C.d.s., e apposita segnaletica (anche luminosa là dove se ne presentasse la necessità) atta a segnalare l’ingombro dell’area dovuta al cantiere;
L’apposizione della segnaletica nonché l’impiego del personale nelle eventuali funzioni di moviere è a carico della Ditta esecutrice delle opere;
AVVERTE
Ai sensi degli artt. 3, 4° comma, e 5, 3° comma, della Legge 7 agosto 1990, n. 241:
che nei confronti di eventuali trasgressori si procederà a termine delle vigenti norme in materia;
che in relazione al disposto dell’art. 37, comma 3, del Decreto Legislativo n. 285/1992, nel termine di 60 giorni può essere proposto ricorso, da chi abbia interesse alla apposizione della segnaletica, in relazione alla natura dei segnali apposti, al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all’art. 74 del regolamento, emanato con D.P.R. n. 495/1992.
Le Imprese esecutrici dei lavori dovranno adottare tutte le cautele necessarie per evitare situazioni di pericolo per persone, animali o cose e garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione nelle restanti diramazioni, mantenendo la perfetta efficienza del cantiere sia di giorno che di notte. L’area di svolgimento delle operazioni di cantiere deve essere adeguatamente segnalata e dovranno essere indicati i percorsi alternativi, lungo i tratti di strada che lo precedono, mediante l’installazione dei segnali stradali temporanei in conformità a quanto disposto dall’art. 21 del Codice della Strada, con le modalità previste dagli artt. 31 e seguenti del D.P.R. 495/92 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada) sollevando l’Ente comunale e i suoi Funzionari da qualsiasi responsabilità o danno nei confronti di terzi per effetto dell’occupazione stradale e del restringimento della carreggiata.
E’ a carico delle Ditte esecutrici dei lavori, inoltre, quanto segue:
l’informazione alla cittadinanza dovrà avvenire mediante idonei cartelli di avviso;
il ripristino delle condizioni di decoro, di posa dell’arredo urbano preesistente e igienico sanitarie dei luoghi in uso;
l’oscuramento della segnaletica permanente in eventuale contrasto con quanto disposto dalla presente ordinanza;
l’invio della prescritta dichiarazione di avvenuta apposizione di segnaletica ai sensi della L. 445/00, da effettuarsi a mezzo fax al numero 0565/937253, prima della decorrenza del presente atto.
il rispetto del disciplinare tecnico di cui al decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 10.07.2002 (G.U. n. 226 del 26.09.2002.
Il Corpo di Polizia Municipale, al pari degli Organi di cui all’art 12 del D.Lgs. n 285\1992, restano autorizzati ad adottare ogni tipo di intervento atto a garantire il regolare e sicuro svolgimento delle condizioni relative al traffico e alla viabilità.
AVVERTE
che nei confronti di eventuali trasgressori si procederà a termine delle vigenti norme in materia;
che in relazione al disposto dell’art. 37, comma 3, del Decreto Legislativo n. 285/1992, nel termine di 60 giorni può essere proposto ricorso, da chi abbia interesse alla apposizione della segnaletica, in relazione alla natura dei segnali apposti, al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all’art. 74 del regolamento, emanato con D.P.R. n. 495/1992.
E’ a carico dell’Area 3 Servizi al Territorio, la messa in opera della relativa segnaletica, così come previsto dagli artt. 120 e 149 del regolamento di esecuzione D.P.R. 16.12.1992 n. 495.
Il Sindaco
Angelo Zini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Attivi alcuni servizi della biblioteca foresiana

La struttura è da tempo chiusa al pubblico per problemi alla struttura del tetto

Una Interrogazione sulla situazione della scuola Pascoli

di Adalberto Bertucci, consigliere comunale Gruppo Misto