I.S.I.S. Foresi: una pluralità di strade per la stessa comunità

Venerdì 26 gennaio l'Open Day per le iscrizioni al prossimo anno scolastico

Il 26 gennaio, dalle 15 alle 18, nei plessi del Grigolo, di Salita Napoleone e di Concia di Terra si terrà il secondo open day dell’I.S.I.S. Raffaello Foresi, per presentare, in vista delle iscrizioni all’anno scolastico 2024/2025, la variegata offerta didattica del principale istituto d’istruzione superiore dell’isola. Gli indirizzi che compongono l’Istituto, da quelli professionali (Manutenzione e Assistenza Tecnica, Alberghiero Enogastronomia) a quelli liceali (Classico curvatura linguistica e Scientifico, Scienze Umane opzione economico-sociale, Scienze Applicate con approfondimento biomedico e dal prossimo anno scolastico anche Sportivo) sono la linfa vitale di una comunità scolastica che sul territorio ha una funzione educativa e sociale visibile a chi vive gli inverni isolani.

Nel corso dell’ultimo decennio, grazie anche alle competenze professionali che hanno permesso l’accesso ai fondi europei dei PON e da ultimo del PNRR, il Foresi ha arricchito la propria vita di comunità educante con attività didattiche e formative interdisciplinari e trasversali a tutti gli indirizzi che fanno di questa scuola un’unicità nel panorama elbano.

Basti pensare all’eccellenza riconosciuta a livello regionale e nazionale del laboratorio di teatro-danza delle Perle dell’Arcipelago, ideato e guidato dalla prof.ssa Ilaria Chirici, attraverso il quale ormai generazioni di studenti e studentesse hanno scoperto l’espressività del corpo e l’alfabetizzazione alle emozioni. Punto forte, quest’ultimo, del laboratorio di arte che la prof.ssa Viceconte organizza e guida nella sala dedicata a Italo Bolano di Concia di Terra. Di questo panorama fanno parte anche progetti mirati in modo specifico alla valorizzazione delle differenze e all’inclusione scolastica e sociale, come il progetto Caffè Brignetti, con cui il laboratorio di sala e bar dell’Alberghiero diventa un luogo in cui i ragazzi con disabilità sperimentano l’inclusione nel lavoro.

Non bisogna poi dimenticare le innumerevoli collaborazioni con gli enti pubblici e privati del territorio elbano che hanno permesso in questi anni recenti di attivare per tutti gli indirizzi di studio attività di valorizzazione delle eccellenze e innovazione formativa: dall’ormai consolidata collaborazione con Acqua dell’Elba, relativa al potenziamento della Biblioteca d’istituto dedicata a Simona Deias e allo sviluppo di temi che vanno dall’empowerment femminile all’educazione finanziaria, alla partnership con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, attraverso la quale il Foresi ha attivato nell’indirizzo scientifico l’insegnamento delle Scienze del Mare in inglese e grazie al sostegno del quale (e con il supporto di Acqua dell’Elba) ha avviato la candidatura a diventare Blue School dell’Unesco. Una scuola del mare, dunque, proiettata sull’orizzonte continentale: non sono infatti da trascurare i progetti di apertura all’internazionalizzazione che vanno dall’accreditamento per i progetti Erasmus+ all’accurata scelta dei viaggi d’istruzione, alla nuova possibilità del doppio diploma. In questi anni l’Istituto nella sua interezza ha lavorato per dare continuità alle esperienze di viaggio sperimentate con successo, come la settimana bianca o i viaggi d’istruzione nelle grandi capitali europee per le classi quinte. Ma è anche cresciuto sul piano della valorizzazione delle eccellenze, basti pensare ai risultati conseguiti dagli alunni e delle alunne dei licei classico, scientifico e scienze applicate nelle Olimpiadi della Matematica a livello regionale e nazionale, con punte d’eccellenza internazionale come Simone Melis. Un lavoro che emerge in modo ancora più evidente se si guarda ai dati relativi alle carriere universitarie degli studenti, tutti in relativa crescita rispetto al decennio e tutti convergenti su un’evidenza: gli ex alunni del Foresi, nonostante le difficoltà territoriali, frequentano gli studi universitari nella maggior parte dei casi per più di un anno. Evidenza questa che, in altro contesto, riguarda anche i professionali la cui offerta di studenti e studentesse formati con specifiche competenze e abilità lavorative eccede di gran lunga la domanda dell’economia del turismo, della ristorazione e dell’ospitalità alberghiera trainante il territorio.

Tutto ciò sempre nella logica dell’inclusione e del dialogo con il territorio elbano, aspetto che fa del Foresi un’eccellenza territoriale a partire dal successo formativo delle attività di PCTO, da Redazione Natura con il Parco, alle collaborazioni con aziende del settore enogastronomico e turistico, come Arrighi, e del settore dell’elettronica informatica, dell’elettrotecnica e dell’impiantistica, all’apprendistato nel mondo dei libri e dell’editoria con Mardilibri. Non è un caso che il Foresi sia anche l’unica agenzia formativa riconosciuta del territorio elbano, mettendo in campo corsi di formazione per adulti che intendono arricchire il proprio bagaglio di competenze e abilità professionali, come il corso di acquerello aperto proprio quest’anno, e dialogando con l’associazionismo e il terzo settore, dai progetti di formazione in ambito socio-sanitario come il corso per il BLS-D con la Misericordia, all’apertura degli spazi scolastici, in particolare della cucina dell’Alberghiero, alle iniziative di sensibilizzazione alla cultura della salute di Diversamente sani.

Una scuola, il Foresi, che non devia mai dalla propria missione educativa e che ha come finalità e motore principale sempre e solo la centralità della persona umana, con le sue fragilità e la sua specifica indeterminatezza che, come afferma Pico della Mirandola, ne fa l’artefice della propria esistenza. Venite a conoscere da vicino i nostri obiettivi e la nostra articolata offerta formativa il 26 gennaio!

 

Sito web: https://www.isisforesi.edu.it

FacebooK: @IsisR.Foresi

Instagram: @isisforesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Studenti del “Cerboni” in visita fra capre e formaggi

L'iniziativa fa parte del progetto “Alla scoperta delle filiere agroalimentari Toscane“

L’I.S.I.S. Foresi: sostenere la fragilità, investire sul futuro

120mila euro ottenuti dal PNRR finalizzati al contrasto della dispersione scolastica

Il corso BLS-D con la Misericordia per le Quinte del Foresi

I ragazzi istruiti al primo soccorso e all'uso del defibrillatore. Le prove pratiche