Interdette al pubblico le aree intorno al capannone bruciato

L'ordinanza del sindaco a seguito di comunicazione Arpat, presenti sostanze inquinanti

Il comune di Marciana Marina ha emesso una ordinanza contingibile ed urgente per l’interdizione al pubblico dell’area circostante il capannone comunale, l’impianto di conferimento ESA, l’attività commerciale denominata “Elba Diving Center srl”, l’attività Parkingcar e yacht service di Viale A.Moro nonché l’accesso secondario della proprietà Schenone, a seguito dell’incendio, del 12.01.2024, sviluppatosi all’interno dei locali del deposito comunale situato in Viale A. Moro.

Il provvedimento è stato emesso dal Sindaco Gabriella Allori a seguito di una comunicazione dell’Arpat del 19 gennaio 2024, nell quale si rileva la presenza di frammenti di sostanze derivanti dalla combustione dell’amianto nell’area circostante il capannone comunale.

Il provvedimento è valido fino alla revoca dell’ordinanza stessa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Giovani elbani a scuola di legalità, Carabinieri in cattedra

Affrontati i temi del cyber bullismo, della droga e delle insidie di internet. Le domande

Incendio al capannone, revocate le misure precauzionali

Ne dà notizia l'Amministrazione marinese a seguito delle verifiche fatte dall'Arpat

Peschereccio affondato a Pianosa inquina le acque del porto

La denuncia di Legambiente: "Non adottate le cautele necessarie, c'è uno sversamento"