Giovani

Educazione ambientale, progetti di ESA con le scuole elbane

Dalle primarie alle superiori, iniziative didattiche per diffondere la cultura del riciclo

Per il corrente anno scolastico 2023/24, ESA – l’azienda elbana di gestione dei rifiuti – ha predisposto ben tre progetti educativi per la formazione degli studenti e delle studentesse del territorio elbano.

1. Per le scuole primarie e secondarie di 1° grado di tutti i comuni dell’isola (45 classi partecipanti) si terranno “LE OLIMPIADI DEL RICICLAGGIO”, in collaborazione con il Parco dell’Arcipelago Toscano. 

Il tema di quest’anno saranno i buoni comportamenti civici e ambientali, partendo dalle buone norme da seguire per la raccolta differenziata – indispensabili per un buon riciclaggio – e le buone regole di cittadinanza e di convivenza, a partire dai luoghi e dagli ambienti più conosciuti dai bambini, come la scuola stessa e gli spazi attorno ad essa. Il progetto si svilupperà mediante due incontri tenuti dalle guide ambientali del PNAT. 

Il primo incontro sarà coadiuvato da schede didattiche appositamente realizzate per approfondire la conoscenza dei materiali e del rispetto civico nel loro conferimento per la raccolta differenziata. Il secondo, invece, sarà una passeggiata sul territorio, una breve escursione fatta con l’obiettivo di conoscere un aspetto storico-culturale della zona, cogliendo alcuni particolari artistici e segnalando tutte le situazioni, positive o negative, per l’ambiente e i rifiuti. 

Al termine degli interventi delle guide, gli studenti e le studentesse, insieme agli insegnanti, potranno preparare o un manufatto artistico che riproduca ciò che hanno visitato durante la passeggiata, utilizzando materiali di riciclo o un testo/racconto o un filmato attinente al percorso svolto. 

2. Per le scuole secondarie di secondo grado. Al progetto “RICICLART” parteciperanno quattro classi del liceo “R. Foresi” di Portoferraio, individuate tra quelle che nel corso dei cinque anni di percorso liceale hanno avuto come materia curricolare storia dell’arte. L’iniziativa nasce dall’esigenza di sviluppare una sensibilità specifica circa la conoscenza dei materiali di uso quotidiano, la loro raccolta in maniera differenziata ai fini di un corretto riciclaggio, nello spirito di un buon senso civico. Tutto questo legato non solo alla tutela dell’ambiente ma anche in stretto collegamento con l’arte e la storia, sviluppando un approfondimento fra materiali e tecnologia, ed evidenziando il concetto di cultura multidisciplinare e le opportunità dell’economia circolare.

Questo progetto prevede due incontri: il primo sarà con tecnici ed esperti di ESA e avrà la finalità di illustrare le caratteristiche dei materiali, le modalità di raccolta differenziata, i percorsi industriali e tecnologici per il loro riutilizzo o riciclo. Il secondo incontro sarà di tipo artistico, con l’intervento della Prof.ssa Maria Cristina Galli dell’Accademia di Brera, che illustrerà agli studenti le tecniche e l’utilizzo delle varie tipologie di materiali nell’arte, e in particolare della scelta di utilizzare e prediligere materiali di scarto e di riuso nella creazione di opera d’arte.

Il progetto “LA CULTURA DELL’AMBIENTE” è invece un progetto messo a punto da ESA assieme a Comieco, il Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, in partnership con l’ITCG “Cerboni” di Portoferraio. 

Il progetto si pone l’obiettivo di diffondere nella popolazione scolastica una cultura dell’ambiente critica e consapevole, in grado di superare i luoghi comuni e di condividere con gli studenti stimoli e spunti di conoscenza e di riflessione sulle tematiche ambientali, specificamente quelle attinenti al mondo della carta e dei prodotti a base cellulosica. 

La Consigliera di ESA, la Prof.ssa Brunella Brighetti, è la responsabile del progetto, mentre la referente scolastica è la Prof. Roberta Cecchini.

Questo progetto, che riguarda le due classi Ia della scuola secondaria di secondo grado AFM e Nautico, prevede due incontri, per fare conoscere la realtà tecnico-economico-sociale di ESA, i materiali e la loro vita, dando un particolare risalto alle 5 R: Raccolgo, Risparmio, Recupero, Riuso, Riciclo. Comieco, poi, consegnerà agli studenti alcuni testi di narrativa per ragazzi, selezionati dalla commissione del “Premio Demetra” per la letteratura ambientale, che verranno letti e valutati dagli studenti per poi creare una giuria che sceglierà il testo migliore da premiare all’Elba Book Festival, in programma nel mese di luglio a Rio.

L’ESA ringrazia tutti gli insegnanti e gli studenti che parteciperanno ai progetti, i Dirigenti Scolastici che hanno permesso queste collaborazioni, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, che nelle persone del Direttore e della Responsabile delle attività scolastiche, ci sostiene grazie alla professionalità delle esperte guide ambientali, e tutti i partner del territorio che con la loro sponsorizzazione ci appoggiano, creando una grande Comunità educante. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

23 Febbraio, la Grande Traversata Elbana e altri cammini

A Marciana Work Shop su futuro e organizzazione del turismo lento all’Isola d’Elba

Abusivismo edilizio all’Elba, anche dentro l’area protetta

Legambiente si complimenta per la scalinata abusiva sugli scogli scoperta all'Enfola

Parco nazionale, nasce il Festival “La Natura al Centro”

Eventi e conferenze nelle isole di Elba, Capraia e Giglio. Il programma degli incontri