/ PORTOFERRAIO

“Sinistra, coalizione unica. Basta con gli errori del passato”

Danilo Alessi: "Lasciamo da parte rancori, divisioni ed egoismi, serve una vera rinascita"

Danilo Alessi

Con una lettera alla nostra redazione Danilo Alessi, punto di riferimento storico della sinistra elbana e portoferraiese, lancia un appello alla sua parte politica in risposta alla intervista con cui Tiziano Nocentini ha dichiarato ad ElbaPress di voler scendere in campo per le amministrative 2024 a Portoferraio. Ve la proponiamo integralmente.

Nell’intervista rilasciata a Elba Press, Tiziano Nocentini conferma le voci che lo danno per candidato sindaco alle prossime elezioni comunali previste per la primavera del 2024, dichiarando “che vorrebbe mettere insieme una lista civica senza particolari legami con i partiti. Se poi –  aggiunge  – i partiti del centrodestra ci appoggeranno, come spero, ne terremo conto e accetteremo se servirĂ  anche i loro consigli”.

In sostanza, una lista di “centrodestra” mascherata da “lista civica”.

Non è una novità, è già accaduto in passato e anche in questo caso non c’è da esserne sorpresi

A Nocentini si può rimproverare tutto, ma non certo la mancanza di chiarezza. Tant’è che non si nasconde nemmeno su una generica richiesta di voti a quei partiti. tutti, senza distinzione, che vorrebbero essere così generosi di sostenerlo: no, lui si rivolge solo ed unicamente a quelli del centrodestra, rassicurandoli sulla sua disponibilità a “tener conto” delle loro esigenze che, eufemisticamente, definisce “consigli” e sperando, con calore, nel loro attivo consenso.

Se nel campo del centrodestra, quindi, qualcosa di concreto si sta muovendo, ora spetta a tutte le forze che si riconoscono nel centrosinistra, dentro e fuori i partiti,  non perdere tempo per avviare un percorso virtuoso, sia dal punto di vista politico che programmatico, con l’obiettivo di dar vita ad un’ampia coalizione, competitiva e vincente,  evitando gli errori e i maneggi del passato che non impedirono alla lista Zini di conquistare la Biscotteria sol perché il centrodestra decise di suicidarsi presentandosi con tre liste in competizione fra loro.

Questa volta non sarà più così.

Ripercorrere  la strada precedente e riproporre ciò che palesemente non ha funzionato, creando un crescente malcontento tra la popolazione, sarebbe la partenza più sbagliata, chiunque la volesse intraprendere. C’è da sperare, soprattutto dopo l’arrembante discesa in campo  del “principe degli imprenditori elbani”, come lo ha benevolmente definito il giornalista di Elba Press, che chi ha davvero interesse ad una vera rinascita e al futuro di questa città, lasci da parte rancori e quant’altro può essere divisivo, rinunciando ad egoismi personali e di partito per mettersi a disposizione di un progetto in cui ciascuno abbia diritto di rappresentanza, nell’ambito di una visione generale dove prevalente sia il bene comune e della collettività.

 

Danilo Alessi

 

2 risposte a ““Sinistra, coalizione unica. Basta con gli errori del passato”

  1. Federica Nassi Rispondi

    Non comprendo le rivalità politiche in un minuscolo gtuppi di oetsone, che dovrebbevevitare schieramenti politici, avvalendosi di veri tecnici per riportare decori organizzazione immagine per la valorizzazione di ciò che è già presente e magari creare le infrastrutture che mancano, semplicemente piste ciclabili, parcheggi ed approdi. Non siamo da meno di Portofino

    16 Settembre 2023 alle 17:53

  2. Marcello Camici Rispondi

    Speriamo che Zini non si ricandidi. I danni che ha fatto erano evidenti giĂ  quando era stato vicesindaco.Da sindaco ha ripetuto la vicenda:l’amministrazione uscente non solo non ha saputo fare fronte al degrado della cittĂ  di Portoferraio ma lo ha peggiorato.
    Altro che rinascita!

    16 Settembre 2023 alle 9:50

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati