Isola Musicale d’Europa, i concerti del 5 e 6 settembre

Mario Brunello al S.s. Sacramento e i fiati del Festival alla Fortezza di Marciana

Martedì 5 settembre, “Elba Isola Musicale d’Europa” saluta il ritorno di uno dei musicisti più amati dal suo pubblico, Mario Brunello, immancabile ospite del Festival sin dalla prima edizione del 1997 e di tutte le successive. Il violoncellista di Castelfranco Veneto, ben noto per la sua predilezione a suonare in contesti apparentemente poco usuali per la musica, come le cime delle Dolomiti o il Monte Fuji per esempio, senza trascurare le più prestigiose sale da concerto di tutto il mondo, si esibirà nella Chiesa del Santissimo Sacramento di Portoferraio (ore 18.30), eseguendo due brani del compositore di origine polacca Mieczysław Weinberg, Sonata per violoncello solo n. 1 op.72 e Concertino per violoncello e archi op. 43a. Il programma del concerto si completa con la Serenata per orchestra d’archi op. 22 di Antonín Dvořák, nell’esecuzione della Elba Festival Orchestra con Liana Gourdjia nelle vesti di concertatrice.

Nato a Varsavia nel 1919 da una famiglia ebrea, trasferitosi in Unione Sovietica per sfuggire alla furia antisemita nazista, Mieczysław Weinberg (morto a Mosca nel 1996) è autore di 26 sinfonie, 7 opere, balletti, quartetti d’archi, opere da camera per violino, viola, violoncello e contrabbasso in varie combinazioni, sonate per pianoforte e brani pianistici, concerti per violino, violoncello, flauto, tromba, clarinetto con orchestra.

Le sue Sonate per violoncello – la prima è datata 1960 ed è dedicata al grande Mstislav Rostropovič – vengono spesso paragonate alle Suites per violoncello solo di Bach per l’uso delle capacità espressive e tecniche dello strumento, mentre il Concertino, composto nel 1948, affonda le sue radici nel periodo della censura stalinista: Weinberg tenne infatti nascosta la partitura, riscoperta solo recentemente. La musica è cantabile, lirica, ma non perde l’inquietudine che caratterizza in genere l’opera del compositore.

La Serenata per orchestra d’archi op. 22, composta a Praga in pochi giorni nel maggio 1875, è una delle pagine più apprezzate di Antonín Dvořák: lavoro affascinante e ricco di ottimismo, è scritto per un organico meno ampio dell’orchestra sinfonica, ma che supera l’intimità dell’ensemble cameristico, incorporando elementi nazionalistici cechi, canti di strada e melodie popolari.

Mercoledì 6 settembre la 27esima edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa” si trasferisce all’interno dei bastioni della Fortezza Pisana di Marciana (ore 18.30), luogo di particolare rilievo storico dal quale si può ammirare uno dei panorami più belli dell’Isola d’Elba. Nell’occasione si ascolteranno brani per soli strumenti a fiato, oboe (Rossana Calvi e Davide D’Agostino), corno (i finlandesi Jukka Hariju e Marian Strandenius), fagotto (Andrea Zucco e lo spagnolo David Garnes) e flauto (il britannico Adam Walker).

Sarà Mozart ad aprire e chiudere il concerto, con i Divertimenti per 2 oboi, 2 fagotti e 2 corni K253 e K270, pagine deliziose scritte probabilmente come “musiche conviviali”, da eseguirsi in ricorrenze festive alla corte arcivescovile e perciò trattati con lievità e disinvoltura. Fra queste due composizioni sono in programma quattro brevi e particolari brani che valorizzano i singoli strumenti: Adam Walker interpreterà la Sonata per flauto solo H.652 di uno dei più noti figli del grande Bach, Carl Philipp Emanuel; Andrea Zucco eseguirà poi lo Studio per fagotto solo (1977) del compositore italiano Bruno Bettinelli, che in qualità docente di composizione presso il Conservatorio di Milano ha formato molti tra i massimi musicisti italiani del secondo ’900, tra cui Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Riccardo Muti, Maurizio Pollini, Uto Ughi e molti altri, nonché la popstar toscana Gianna Nannini. All’oboe di Rossana Calvi sarà quindi affidato lo spiritoso brano per oboe solo “La Cicala e la Formica” dell’ungherese Antal Doráti. Infine, tutto per i corni di Jukka Harju e della sua allieva Marian Strandenius sarà “Horn Hounds – Quei cani pazzi”, scritto dallo stesso Harju.

PREZZI BIGLIETTI

Prezzi biglietti concerto a Portoferraio: intero 25 Euro; ridotto 15 Euro. Concerto a Marciana: intero 20 Euro; ridotto 15 Euro, Riduzione valida per giovani fino a 24 anni e accompagnatori di persone con disabilità). Le persone con disabilità avranno accesso gratuito.

INFO

Tel. +39 353 4121974

info@elba-music.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Storie itineranti 2024, la Compagnia Scapestrati in concerto

E' il primo concerto musicale della rassegna culturale estiva di Marina di Campo

Il successo del saggio di pianoforte al Circolo di Carpani

Applausi per i piccoli allievi della professoressa Silvia Nardis, ma anche per altri ospiti

Una raccolta fondi per salvare il Neverending Festival

L'associazione è rimasta senza contributi, la manifestazione deve continuare. L'appello