emergenza cinghiali - Il video e l'intervista

Sull’isola un centro di deposito per le carni degli ungulati

Permetterà l' incremento degli abbattimenti, realizzata in un struttura sportiva

La comunità del Parco ha individuato una possibile soluzione  all’emergenza  ungulati che sono ormai fuori controllo, creando danni e costituendo in certi casi anche un pericolo per l’incolumità dei cittadini.  E la prospettiva che può permettere di fare un passo avanti è quella di individuare , sul territorio elbano, un’area che abbia la funzione di “centro di deposito”. “E’ necessario che sull’isola ci sia un centro che faccia da deposto delle carni degli animali che vengono catturati o abbattuti – spiega Zini – e questo deve avere alcune caratteristiche perché le carni devono essere conservati nelle celle frigo e al momento non esiste una struttura pronta all’uso da destinare a questo”. E’ stata quindi prevista la possibilità di un intervento specifico attraverso il parco che è disponibile a finanziare in parte la realizzazione di una struttura prefabbricata ,con annessa una seconda parte mobile con la cella frigo. “Questa – annuncia il presidente della comunità del parco -potrebbe essere inserita in una delle aree sportive sull’isola che non sono più utilizzabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Elisoccorso primario sulla spiaggia a Cavo, muore bagnante

L'intervento del Pegaso 2 del 118 non basta a salvare un 74enne in arresto cardiaco

Scontro auto – moto, 27enne vola in aria e cade sull’asfalto

In un primo momento era stato attivato l'elisoccorso, l'uomo ricoverato in codice giallo

Spacciava droga al parco giochi di Marciana Marina

Aveva alcuni grammi di cocaina un 55enne che non potrà avvicinarsi all'area