Tribunale, ministra Carfagna: favorevole al mantenimento

In ballo oltre alla sede staccata di Portoferraio anche quelle delle isole di Ischia e Lipari

Il ministro per le pari opportunita', Mara Carfagna, durante una conferenza stampa per la presentazione di una iniziativa contro le mutilazioni dei genitali femminili oggi 25 novembre 2010 a Palazzo Chigi a Roma . ANSA / ETTORE FERRARI
A margine dell’incontro svoltosi mercoledì a Roma in merito alle iniziative previste nell’ambito della ‘Strategia Nazionale per le Aree Interne” alla quale i 35 comuni delle isole minori italiane, nel loro insieme, sono stati recentemente ammessi come settantatreesima componente, il presidente dell’Ancim Francesco Del Deo, il sindaco di Portoferraio Angelo Zini e gli altri primi cittadini presenti hanno sollecitato la ministra per la Coesione Mara Carfagna a sostenere la richiesta inoltrata al ministero della Giustizia relativa al mantenimento delle sedi distaccate di tribunale nelle isole Elba, Ischia e Lipari.
“La ministra Carfagna – dice il sindaco Zini – ci ha rassicurato circa un suo fattivo intervento nei confronti del Governo e della ministra della Giustizia Cartabia nel sostenere la nostra richiesta anche perché essa sarebbe oltre modo importante riguardo al suo ruolo di sostegno a questi territori concretizzatosi con il riconoscimento delle isole minori come area interna con la conseguente possibilità di attingere ad ulteriori finanziamenti per interventi in settori di importanza strategica come scuola, sanità e trasporti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Claudio De Santi assume ruolo dirigenziale in Fratelli d’Italia

L’imprenditore noto all’Elba a fianco di Cellai nel coordinamento cittadino di Firenze

Elezioni amministrative, tutto tace a 24 ore dalle liste

Il voto il 12 giugno a Campo, Marciana Marina e Porto Azzurro. Ecco come stanno le cose

Multiutility Toscana 1, Sinistra Italiana dice “no”

Il partito di Alessi è contrario alla nascita di una società regionale multiservizi