La mostra

Anche l’Elba a “Pene d’Amor Perduto”, la nudità maschile

L'isola protagonista ad Ariccia con Angela Galli, Manuela Cavallin, Antonella Avataneo

Anche l’Elba sarà protagonista ad Ariccia nelle Sale di Palazzo Chigi grazie a tre conosciute artiste della nostra isola: si tratta di Angela Galli, Manuela Cavallin, Antonella Avataneo che insieme ad altre importanti artiste italiane e straniere esibiranno la loro arte nell’inedita ed originalissima mostra dal titolo “Lui visto da Lei – Pene d’Amor Perduto”.

Una raccolta di opere che spaziano dai dipinti, alla fotografia, dalla scultura ai testi letterari tutti interamenti dedicati all’uomo e alle sue nudità. Una scommessa, come l’hanno definita le artiste stesse, e i giornali e le riviste che stanno parlando di questa imminente mostra al via il prossimo 8 aprile e in calendario fino all’8 maggio 2022.

Una collettiva unica ideata dall’Associazione “DonneCreatrici”, che ha raccolto l’adesione del Sistema di rete bibliotecario del Castelli Romani e del Codacons con il Patrocinio del Comune di Ariccia.

Protagonista, dunque, l’uomo visto dalla donna; volutamente ironico il titolo che si ispira al libro “Lui visto da Lei” scritto nel 1978 da Natalia Aspesi e alla commedia di Shakspear “Pene d’amor perdute”. Un viaggio culturale, un tentativo per gli ideatori del progetto, di contribuire ad abbattere i pregiudizi che ancora oggi attanagliano la sessualità, in particolare la nudità maschile.

La selezione delle opere è stata affidata ad un comitato scientifico composto da Raffaella D’Esposito, Alessandra Fagioli, Isabelle Martino, Giuliana Paolucci, Anna Romanello. Curatrice della mostra è Alessandra De Angelis, Presidente dell’Associazione Donne Creatrici. Francesca Bottari, Eliana Fileri, Roberta Rossi, Maria Assunta Scannerino, Paolo Feruzzi con i loro contributi storici, artistici, archeologici, psicologici e filosofici arricchiscono il catalogo che illustra la mostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Portoferraio, “Il ritorno dell’Aquila” la mostra di Italo Bolano

L'esposizione rimarrà aperta fino al 31 maggio al centro di arti visive Telemaco Signorini

Una mostra per ricordare Napoleone e Italo Bolano

Verrà inaugurata il 5 maggio alle ore 18 presso la Telemaco Signorini

‘Il ritorno dell’Aquila’, inaugurazione giovedì 5 maggio

L'esposizione rimarrà aperta fino al 31 maggio e può essere visitata dal lunedì al giovedì