Il video

Fratelli d’Italia insiste: creiamo un Ministero del Mare

La linea del partito su questa importante opportunità, fra i promotori Luigi Lanera

Luigi Lanera

“Una Nazione che ha l’80% del territorio bagnato dal mare, e ha nella trasportistica marittima turistica e commerciale potenzialità sconfinate, cui si aggiungono itticoltura e mitilicoltura, pesca, ecologia del mare, balneazione, diportistica, sport acquatici, deve avere il ministero del Mare per trovare gli spazi che a oggi rischiamo di lasciare a partner europei o asiatici”.

È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia al “Shipping 4.0: RoMare – Roma: capitale di un Paese marittimo?”, organizzato da Confitarma.

Si tratta della conferma di una linea scelta da Fratelli d’Italia, che da tempo spinge per istituire un Ministero del Mare, e che ha avuto un altro appuntamento importante a Livorno lo scorso 1 aprile, con l’evento “Perchè un Ministero del mare in Italia”, svoltosi presso l’Acquario labronico, nel quale Luigi Lanera, Coordinatore elbano di FdI è stato relatore.

Ricordiamo che Lanera ricopre l’incarico di Responsabile Nazionale Dipartimento Politiche della Navigazione per Fratelli d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Elezioni amministrative, tutto tace a 24 ore dalle liste

Il voto il 12 giugno a Campo, Marciana Marina e Porto Azzurro. Ecco come stanno le cose

Multiutility Toscana 1, Sinistra Italiana dice “no”

Il partito di Alessi è contrario alla nascita di una società regionale multiservizi

“Se andremo al Governo istituiremo il Ministero del Mare”

La leader di FdI Giorgia Meloni ha ribadito l'argomento caro all'elbano Luigi Lanera