“Cinque anni trascorsi e di opere concrete neppure l’ombra”

Il capogruppo di Scelta di Campo Galli: "Troppi 'finalmente' nei comunicati stampa"

Una veduta aerea di Marina di Campo

“E’ passato neppure un mese dal precedente comunicato relativo all’assegnazione dei servizi del Porto di
Marina di Campo e per magia riemerge la parola “FINALMENTE” che ha utilizzato per portare a conoscenza
la cittadinanza sulla risoluzione del problema relativo alle opere di urbanizzazione del PEEP della Fraz. di La
Pila. Non voglio, come in precedenza osservato, evidenziare l’ipocrisia della tanto abusata parola ma
sottolineare il fatto che tale operazione era semplicemente un atto dovuto anche dopo i cinque anni
dell’attuale amministrazione. Non certo all’Amministrazione deve essere riconosciuto il merito, ma solo al
tecnico comunale che ha preso a cuore e risolto i vari problemi che nel tempo si erano sommati. Forse però
il Sindaco si è dimenticato che nella stessa situazione vi sono altri PEEP a cui ad oggi mancano ancore le opere
primarie. Forse sono meno importanti? O forse non suscitano attenzione da parte dell’Amministrazione.
Sarebbe stato meglio aver programmato le risoluzioni dei vari problemi per tutti i PEEP prima di proclamare
con tanto clamore il risultato positivo, che se pur importante, riguarda solo una parte del problema. Vincere
una battaglia non significa vincere la guerra.
Sicuramente la parola finalmente potrà essere utilizzata con cognizione di causa sul fatto che prossimamente
ci saranno le amministrative e “FINALMENTE” qualcuno deve rendere conto di quanto fatto e quanto pur
avendo promesso è rimasto una chimera.
Cinque anni sono trascorsi e di opere concrete neppure l’ombra. Forse mi è sfuggito qualcosa sulla
programmazione? Non credo.
Credo invece che si sia voluto apparire piuttosto che essere. La popolazione è alquanto scontenta della
gestione dell’attuale amministrazione per il solo fatto che nelle poche scelte del territorio la cittadinanza non
è stata minimamente coinvolta e non ha potuto suggerire proposte sull’affidamento di servizi pluriennali.
Iniziamo col dire che l’incapacità di gestire il bene comune ed il nostro territorio di questa amministrazione
lo riscontriamo nei risultati di amministrazione che ogni anno hanno caratterizzato l’immobilismo e la
mancanza di programmazione.
Iniziando dall’anno 2017, primo anno di gestione dell’attuale amministrazione, l’avanzo di amministrazione
ammontava ad €. 5.484.993,60 (Del. Di C.C. n. 37 del 06/06/2018) – secondo anno di gestione, anno 2018,
avanzo di amministrazione €. 5.731.536,02 (Del. Di C.C. n. 20 del 29/05/2019) – terzo anno di gestione, anno
2019, avanzo di amministrazione €. 6.211.773,62 (Del. Di C.C. n. 23 del 27/07/2020) – quarto anno di
gestione, anno 2020, avanzo di amministrazione €. 7.634.339,61 (Del. C.C. n. 32 del 30/06/2021) – quinto
anno di gestione, anno 2021, avanzo presunto di amministrazione €. 7.364.908,45.
Al fine di evitare polemiche strumentali si evidenzia che tali risultati sono al lordo sia della parte dell’avanzo
accantonato, vincolato e destinato agli investimenti. La parte di avanzo libero oscilla dal minimo dei 944 mila
€ del 2017 ai 2 milioni e 82 mila euro presunti dell’anno 2021.
Alla popolazione questi risultati non vengono fatti conoscere. Perché il Sindaco non spiega che abbiamo le
tariffe massime dell’IMU e che il piano economico e finanziario di ESA non è analizzato e discusso come
dovrebbe prima di deliberare le tariffe della TARI che rispetto ad altri comuni dell’Elba sono superiori? Invece
di avere avanzi di amministrazione così consistenti non sarebbe stato meglio analizzare a fondo le tariffe e le
tasse comunali per una loro riduzione dove possibile?
Qualcuno potrebbe obbiettare che siamo vicini alle prossime elezioni e queste mie osservazioni sono
strumentali.
Bene, se portare a conoscenza l’incapacità di amministrare dell’attuale amministrazione vuol dire fare
campagna elettorale ebbene si, faccio campagna elettorale.
Sarebbe bene che qualcuno però ricordasse che le mie segnalazioni riguardo l’operato di questa
amministrazione, partono dall’ormai passato 2017 e fino a che rivestirò il ruolo di opposizione, nessuno mi
potrà far tacere o sconfessare quanto da me asserito.
La prossima tornata elettorale è alle porte e quanti prenderanno parte alla prossima competizione farebbero
bene ad analizzare quanto da questa amministrazione è stato prodotto come il contenzioso che credo non
abbia uguali negli ultimi 40 anni o come possa non aver programmato niente per il futuro se non alcuni
interventi che principalmente riguardano piccole opere e manutenzioni ordinarie. Dimenticavo che è stato
necessario trivellare il pozzo n. 33 a Pianosa per un acquedotto che già esiste, magari a discapito di quello
che poteva essere un serio impianto di depurazione.
Auspico che per la prossima scadenza elettorale possa esserci un confronto sui contenuti e non sulle
chiacchere.
Infine vorrei sottolineare al Sig. Sindaco che il mio intervento è frutto di un’analisi effettuata sulla
documentazione e non su illazioni o dati astratti.
Le chiacchere e le illazioni le lascio a chi ha tempo da perdere e per l’ennesima volta si sta perdendo
un’occasione di buona amministrazione dimostrando solo arroganza, presunzione ed impreparazione della
macchina amministrativa.
Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.”
Per il gruppo di opposizione Scelta di Campo
Il capogruppo Giancarlo Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Capo Poro: il Comune ordina la sospensione dei lavori

Il provvedimento ordina anche la riapertura del sentiero che conduce allo storico Faro

Emergenza pediatrica, il sindaco: “c’è una soluzione”

Montauti: "Stiamo cercando di ovviare al pensionamento di De Fusco. Ecco come"

Masso alla Quata, l’osservatorio verrà messo in sicurezza

Interverrà l'Unione di Comuni montana Colline Metallifere, che ne ha competenza