Ristrutturazione del debito, completato salvataggio Moby

Shipping Italy: "Accettato saldo e stralcio al 45%". Il termine per l'accordo scadeva oggi

Alessandro, Vincenzo e Achille Onorato

Sarebbe dunque stata preferita l’opzione di incassare nel breve termine da parte dello Stato una somma pari al 45% dell’esposizione debitoria rispetto all’alternativa rappresentata da un rimborso fino all’80% (pari in denaro a 144 milioni di euro) con a garanzia le ipoteche su quattro navi ed eventualmente anche una fideiussione bancaria. D’altronde nella nota con cui la famiglia Aponte ha annunciato il suo ingresso al 25% nel gruppo di Vincenzo Onorato, attraverso un aumento di capitale da circa 80 milioni – fa notare ancora ShippingItaly.it – era specificato come fosse “finalizzato a saldare Tirrenia in A.S. per consentire l’immediato risanamento del gruppo Moby”. I debiti finanziari valgono complessivamente quasi 650 milioni di euro, di cui 300 milioni di euro dovuti agli obbligazionisti, 180 milioni allo Stato e altri 165 milioni agli istituti di credito.

Salvo colpi di scena finali – conclude l’analisi di Shipping Italy.it –  il salvataggio della ‘balena blu’ sembra essere sempre più una possibilità concreta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Guasti navi Toremar, interviene la Regione Toscana

Avarie all'Oglasa e alla Stelio Montomoli, in funzione orario di emergenza rimodulato

Sono cambiati gli orari delle partenze di Blu Navy

Fino al 26 maggio otto coppie di corse con orari differenziati da Piombino e Portoferraio

Blunavy, cambiano orari nella settimana prima di Pasqua

Otto coppie di corse ad orari speculari sia da Piombino che da Portoferraio