Escursione sui confini di Cosmopoli. Da Bagnaia al Felciaio

Domenica 20 marzo, organizza il CAI. La ricostruzione di Fabrizio Fiaschi

Domenica 20 marzo
Con Fabrizio Fiaschi sui confini di Cosmopoli. Da Bagnaia al Felciaio

Accompagnatori: Francesco Stea, tel. 340 2336069
Lunghezza: 14 km circa
Dislivello: 600 m circa
Durata: 6 ore circa
Difficoltà: E (escursionistica)
Ritrovo: ore 10.00, spiaggia di Bagnaia (in autobus: linea 118 da Portoferraio alle 9:30)

Percorso: Bagnaia – Monte Capannello – Le Panche – Cima del Monte (m. 515) – Monte Castello – Valdana – Termine del Felciaio

Per il rientro è possibile prendere l’autobus 117 per Portoferraio alle 16.01; tuttavia, visti i tempi stretti che potrebbero altrimenti costringere a tagliare l’ultima parte con il termine del Felciaio, è opportuno attrezzarsi in autonomia lasciando preventivamente un mezzo in zona.
Nel 1557 l’imperatore restituì l’Elba, temporaneamente affidata ai Medici, ai principi Appiani; al duca Cosimo rimase Portoferraio con il circondario nel raggio di due miglia. La delimitazione dei confini, in un’epoca in cui mancavano sia carte precise sia strumenti di misurazione, fu da subito un problema: ci vollero anni perché ci si accordasse per considerare le due miglia dalla riva della rada e non dalle mura delle città, e per segnare il confine con nove cippi – i “termini” – posti sul crinale dei monti circostanti e sulle spiagge di Acquaviva a ovest, di Bagnaia a est. Così divisa un’isola che era sempre stata unita, per più di due secoli Medici e Appiani continuarono a dibattere: il confine doveva correre in linea retta fra i termini, o seguire il crinale dei monti? Mentre ognuna delle due parti si atteneva all’interpretazione più favorevole, i capoliveresi facevano sparire il termine del Felciaio troppo vicino al mare che rendeva scomodo arrivare a Lacona, i pastori sconfinavano per pascolare dove avevano sempre pascolato, i disertori di Longone cercavano di scappare in territorio granducale, i soldati dei Medici sparavano a un bove che però stramazzava nel dominio degli Appiani…
Fabrizio Fiaschi ha ricostruito con un paziente lavoro di archivio la storia dei termini di Cosmopoli e delle grandi e piccole vicende di confine che hanno coinvolto tanto principi e diplomatici quanto gli abitanti dell’Elba. Insieme a lui percorreremo, in due tappe, un itinerario che ricalca gli antichi confini e che ci porterà a scoprire i termini ancora esistenti.

Fabrizio Fiaschi – I confini di Cosmopoli. Storie e percorsi intorno a Portoferraio, Isola d’Elba – CD&V Editore, 2019

OBBLIGATORIE scarpe da trekking e acqua. POSTI LIMITATI! Iscrizione anticipata necessaria quanto prima via email a info@caielba.it, inviando nome, data di nascita e telefono; gratuita per soci CAI, i non soci devono effettuare entro venerdì 18 bonifico di € 7,50 per assicurazione e rimborso spese sul conto bancario intestato a: CAI sottosezione Isola d’Elba, IBAN: IT45I0637070740000010002214, causale: “Quota non socio escursione I confini di Cosmopoli 20 3 2022”, e inviarne attestazione via email insieme ai propri dati (nome, data di nascita, telefono). In alternativa, è possibile consegnare sempre entro venerdì 18 € 7,50 ai consiglieri. (Purtroppo NON è possibile saldare la mattina stessa dell’escursione.)

PRENOTA QUI

SI PREGA DI PRENDERE VISIONE DELLE NORME ANTI-COVID PER LE ESCURSIONI:
www.caielba.it/nuove-norme-covid-19

CALENDARIO ESCURSIONI 2022

Per iscriversi al CAI: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Conflitto Ucraina premessa un nuovo equilibrio mondiale?

Una conferenza organizzata dal Lions Club Isola d’Elba affronta uno dei temi più attuali

Camminatori e naviganti, visita al mondo dei fari

La visita a Forte Stella a Portoferraio e a Forte Focardo a Porto Azzurro

Spiagge e fondali puliti a Mola domenica 15 Maggio

I rifiuti raccolti insieme ai volontari di Legambiente e alle guide parco subacquee