Rio - Le foto dei componenti della lista

Progetto “Burattini in classe”, lo spettacolo finale

Conclusa l'attività destinata agli alunni della scuola Secondaria Marchesi

Nella giornata di oggi Mercoledì 5 Giugno presso la scuola secondaria di primo grado “Marchesi” di Rio nell’Elba si è concluso il Progetto “Burattini in classe” attività destinata agli alunni di tutto il plesso, con uno spettacolo finale alla presenza dei genitori degli alunni, coordinato e diretto dalla docente Giovanna Oliva
Il progetto aveva come obiettivo l’approfondimento dello studio delle discipline attraverso l’utilizzo e realizzazione di burattini e marionette, dove i ragazzi potevano assumere un ruolo attivo nel proprio apprendimento e migliorare la partecipazione alla vita scolastica.
Gli studenti hanno collaborato insieme ai compagni nelle diverse fasi del lavoro al fine di raggiungere un obiettivo comune.
Il progetto si è svolto all’interno dell’edificio scolastico, in aula dedicata alle attività laboratoriali articolandosi nelle seguenti fasi
• Semplificazione dei contenuti da rappresentare
• Individuazione e caratterizzazione dei personaggi da utilizzare
• Progettazione e realizzazione dei burattini
• Stesura del copione da mettere in scena
• Assegnazione dei ruoli agli alunni e prove collettive
• Realizzazione dello spettacolo finale destinato a tutto il plesso
Varie metodologie didattiche sono state adottate come l’apprendimento cooperativo, la didattica laboratoriale, il problem solving, la peer education, Storytelling e roleplaying.
Il progetto si è concentrato sulle materie umanistiche, ma sfruttando le competenze multidisciplinari (arte e immagine, tecnologia, musica), stimolando gli alunni ad un lavoro cooperativo mettendo in atto strategie specifiche acquisite.
Stamani, quindi, i ragazzi hanno messo in scena lo spettacolo finale davanti ai propri genitori nel seguente ordine:
Gli alunni della 1° A hanno messo in scena il poema epico “Iliade”, interpretando in maniera eccellente le gesta di eroi, dei, e ninfe decantate nel poema epico di Omero. Gli alunni hanno dedicato la loro rappresentazione alla Professoressa Raffaella Panichi, regalandole il copione e il burattino di Omero.
Alunni 1°A : Agnoli Marta (Dea Eris), Alessi Vera (Elena), Annoni Leonardo (Dio Apollo), Arcucci Bianca (Paride), Ceresani Anna (Andromaca), Castrolla
Giovanni (Achille), D’Ippolito Maria (Dea Era), D’Ospina Roberta (Dea Atena), Del Vita Mia (Dea Afrodite), Di Somma Iside (Ninfa Teti), Filippi Tiziano (Re Agamennone), Labroca Guerini Raoul (Patroclo), Nacca Aleandra (Peleo), Norato Patrizia (Peleo e il veggente), Pani Lorenzo (Ettore), Russo Rosa (Paride), Serafino Lidia (Proemio), Verlan Massimo (Menelao), Vitrano Francesco (Narratore Omero)
Gli alunni della 2°A e 2°B hanno interpretato “The royal Family”, in lingua inglese, raccontando attraverso burattini da loro realizzati, una simpatica giornata a Buckingam palace, dove la famiglia reale si trova a dover risolvere uno strano caso: la sparizione della corona di re Carlo. I ragazzi hanno ringraziato alla fine la professoressa Chiara Fregola loro docente di lingua inglese.
Alunni 2°A e 2°B : Anselmi Morgana (Megan), D’Ospina Paolo (addetto al suono), Drapata Anastasia ( addetta al suono), Falanca Diego (William), Falanca Elina (Charlotte), Falanca Ivan (voce fuori campo), Mariani Christian ( Inviato1 Caprarica), Meli Irene (traduttrice dedica professoressa), Meschino Greta (addetta al suono), Sintov Tatiana (quadro regina Elisabetta), Tika Amelisa ( Diana), Caracci Alessio ( Re Carlo), Danesi Araya (Camilla), Dianto Daniel (Regia e Motivatore), Fiorentino Serena (Addetta alle scenografia e burattini), Foresi Riccardo (Inviato2 Caprarica), Gemelli Giulia (Addetta alle scenografia e burattini), Ghiribeaja Maria (Piccolo George), Lupi Andrea Clara (addetta al suono), Testa Alice Maria (Kate), Valle Edoardo (Harry), Varratta Fabio (piccolo Louis e re Carlo).
“I Promessi sposi Rock” hanno concluso questa intensa mattinata con famose canzoni i cui testi sono stati cambiati e scritti dai ragazzi per riuscire a raccontare il famoso romanzo storico di Alessandro Manzoni. Un progetto ambizioso ed impegnativo ma che è riuscito a divertire e a coinvolgere il pubblico. La rappresentazione è stata dedicata alla Professoressa Alessandra Ballerini, docenti di Italiano.
Alunni 3°A: Andries Giulia (addetta alle scenografie e burattini), Budeanu Andreina (addetta alle scenografie e burattini e voce in “A un passo dalla luna”), Cignoni Emi (Lucia e voce in “Perdono”), Cubadda William (Presentatore e narratore), Gambini Federico (Don Abbondio e voce in “Perdono”), Granatelli Francesca (Autrice e interprete in “Quanno chiove” e voce in “Non succederà più”), Marinari Jolanda (Lucia e Fra Cristoforo e voce in “Tanti auguri”) Martorella Diego (Fra Cristoforo) Menghini Gabriel (addetto al suono) Nacca Mauro (voce in “Andiamo a comandare” e “C’è chi dice no”)

Norato Noemy (addetta alle scenografie e burattini), Pellegrini Viola (Autrice ed interprete di “Tanti auguri” e coordinatrice microfono) Radul Nicolas (Renzo e voce in “C’è chi dice no”) Tamagni Leonardo (Innominato e voce in “Perdono”) Tomei Simone (Don Rodrigo e voce in “Perdono”).
Il Romanzo rock si è concluso con due finali diversi uno interpretato dalle Professoresse: Oliva e Loffredo con “Amici mai” e l’altro da tutti i ragazzi insieme che hanno eseguito “Supereroi” di Mr Rain.
Una mattina ricca di emozioni, insomma, a Rio nell’Elba, che testimonia come attraverso una fitta rete di collaborazione tra docenti alunni e famiglie possa nascere qualcosa di meraviglioso, motivo di crescita per tutta la comunità educante.
Le locandine sono state realizzate dalle docenti: Panichi e Loffredo. Si ringraziano tutti i docenti del plesso per la preziosa collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Grande festa per i maturandi al liceo delle scienze umane

Sulla scalinata di Napoleone consegnate alcune targhe e poi un party dolce e amaro

Studenti-musicisti elbani vincono concorso nazionale

I ragazzi sono alunni della 3a B dell’istituto comprensivo “G. Carducci”di Porto Azzurro