Portoferraio

Record di visitatori nei Musei civici, oltre 48.000 presenze

Registrato un incremento dei visitatori del 30% rispetto all'anno precedente. I numeri

La stagione estiva 2022 si è chiusa con dati molto positivi per il circuito museale della città di Portoferraio che ha registrato un incremento dei visitatori del 30% rispetto all’anno precedente.

Da aprile a novembre sono state in tutto oltre 48.200 le presenze registrate nei musei civici cittadini (a fronte delle 37.000 dell’anno precedente) che comprendono la Pinacoteca Foresiana, il Museo archeologico della Linguella, le Fortezze Medicee, il Forte Falcone, il Teatro dei Vigilanti e la Villa romana delle Grotte, strutture tutte quante gestite dalla Cosimo de Medici srl, società in-house del Comune.

“La politica di rilancio e di valorizzazione del patrimonio culturale e storico-artistico di Portoferraio – spiega Valentina Anselmi, direttrice del Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano – prosegue con risultati del tutto soddisfacenti. I dati del 2022 sono estremamente positivi non solo per il confronto con l’anno 2021, ma anche in considerazione di quelli degli anni precedenti all’emergenza sanitaria rispetto ai quali si registra un notevole incremento sia dei visitatori che delle varie attività proposte all’interno delle strutture museali”.

Per stimolare la conoscenza del patrimonio culturale cittadino e per garantire un’offerta ricca non solo ai turisti, ma anche alla comunità locale, sono state proposte moltissime iniziative che hanno riscontrato una grande partecipazione di pubblico. Visite guidate, laboratori didattici di vario genere, adesioni ad eventi e manifestazioni nazionali e regionali, momenti di collaborazione scientifica e di ricerca con istituti museali nazionali importanti come le Gallerie degli Uffizi, spettacoli teatrali itineranti hanno avuto il merito di animare e rendere vivi i musei della città durante tutto il periodo di apertura. Un calendario davvero ricco che è stato reso possibile grazie alla volontà dell’Amministrazione comunale, con il coordinamento del Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano e con il supporto della Cosimo de Medici, ma anche grazie al prezioso contributo di associazioni locali, fondazioni, professionisti e studiosi del territorio che sono stati coinvolti attivamente in un’ottica di co-progettazione e partecipazione, fondamentale per il rilancio dei siti culturali.

«Le attività proposte – dice con soddisfazione lassessore alla cultura Nadia Mazzei – hanno riscontrato tutte un’ampia partecipazione del pubblico e una positiva risposta da parte di famiglie e ragazzi residenti. Le iniziative promosse dalla Regione Toscana come le Notti dell’Archeologia, Amico Museo e quelle nazionali come la Giornata nazionale dei Piccoli Musei, unitamente alle iniziative dedicate al tema degli Etruschi alle quali abbiamo aderito, hanno consentito di realizzare eventi culturali di approfondimento e divulgazione su vari temi, da quelli archeologici finalizzati alla conoscenza della nostra storia quelli di attualità come i laboratori dedicati alla pace. Iniziative importanti che rappresentano l’occasione di avvicinare ai nostri musei le scuole, del territorio e non, con le quali auspichiamo possano svilupparsi in futuro ulteriori progetti. L’importante incremento registrato durante la stagione estiva 2022 ci fa ben sperare verso un trend in continua crescita per gli anni futuri, verso un miglioramento quantitativo e, soprattutto, qualitativo, della nostra offerta museale”.

I musei civici della città di Portoferraio, chiusi al pubblico dal 2 novembre, riapriranno, in occasione delle festività natalizie, dal 1 dicembre all’ 8 gennaio proponendo laboratori e attività divario genere per grandi e piccini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il Parco è stato confermato destinazione turistica sostenibile

La cerimonia a Bruxelles, rilasciata Carta Europea del Turismo da Europarc Federation

Tribunale, ufficializzata la proroga dal ministro Nordio

Landi: "E' una prima vittoria verso l'auspicata stabilizzazione della sede elbana"

Consorzio di Bonifica, in arrivo avvisi di pagamento

Sono relativi al 2022, serviranno a finanziare l'attività di manutenzione dei fossi