Arrestati dai Carabinieri elbani due latitanti campani

Gli arresti a Porto Azzurro e Rio, i due erano ricercati per spaccio e documenti falsi

All’Isola d’Elba è costante il contrasto ad ogni tipologia di reato, in particolar modo in materia di sostanze stupefacenti, da parte dei militari del Comando Compagnia Carabinieri di Portoferraio, che hanno tratto in arresto due persone poiché destinatarie di mandati di cattura emessi dall’Autorità Giudiziaria di Livorno a seguito di condanna definitiva per spaccio di sostanze stupefacenti e falso documentale (nel caso specifico guida con patente falsificata) sul territorio dell’Isola d’Elba, a seguito delle indagini svolte dai Carabinieri elbani.

Gli arresti sono stati operati nel corso di due distinte operazioni dai Carabinieri delle Stazioni di Porto Azzurro e Rio. In manette sono finiti due uomini, entrambi di origine campana, stabilmente residenti da alcuni anni nel versante orientale dell’Isola un 32enne ed un 39enne, che dovranno scontare rispettivamente 5 anni e 6 mesi di reclusione.

Dopo le formalità di rito, i Carabinieri di Porto Azzurro hanno tradotto il primo presso il locale carcere mentre i militari della Stazione di Rio hanno ristretto il secondo presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dal governo proroga alla chiusura del Tribunale

Il provvedimento preso per Ischia, verrà esteso anche a Portoferraio e Lipari

Codice Rosa, in aumento accessi pronto soccorso e consultori

I dati della Asl Toscana Nord Ovest: 18 casi in più nel 2021 rispetto all'anno precedente