Ospedale, chiusa per un mese la piazzola elisoccorso

Pegaso potrà comunque atterrare di giorno a La Pila e di notte al Carburo

Sono partiti questa mattina, martedì 19 aprile, i lavori di manutenzione alla piazzola di atterraggio del Pegaso collocata sopra il presidio ospedaliero di Portoferraio.

“Per circa un mese – spiega Luigi Genghi, direttore dell’ospedale elbano – l’elisuperficie sarà interdetta al volo per lavori. Il servizio di emergenza non conoscerà comunque alcuna interruzione e l’elicottero Pegaso, in caso di necessità, potrà utilizzare l’aeroporto di La Pila-Campo dalle 8 alle 20 e il campo sportivo di Portoferraio in Località Carburo, dalle 20 alle 8. Le attività saranno coordinate dalla Centrale 118 di Livorno che, tramite le associazioni di volontariato presenti sul territorio, provvederà ad assicurare un adeguato trasporto del paziente”.

“Per la realizzazione di questo sistema temporaneo – continua Genghi – mi preme ringraziare l’ingegnere Claudio Boccardo, amministratore unico di Alatoscana Spa, e tutto il personale che si è reso disponibile ad ampliare il proprio turno lavorativo. Tra questi, un particolare ringraziamento a Gianluca Eletti, sempre disponibile a venire incontro alle nostre esigenze. Altrettanti ringraziamenti vanno al Sindaco di Portoferraio, dottor Angelo Zini ed al vicesindaco e assessore allo sport, dottor Luca Baldi, nonché alla Società Cosimo de Medici i cui operatori interverranno per rendere possibile il volo sul campo sportivo “Lupi” in caso di emergenze notturne”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Sanità, proclamato sciopero per venerdì 20 maggio

Saranno garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della Sanità

Un nuovo farmaco per curare l’artrite psoriasica

Se ne parla a Pisa al congresso Ponterauma 2022. Relatore il dottor Cecchetti

Medicina dello sport, Fabio Scotto nel gruppo di cammino

Il nuovo referente per l'Isola d'Elba, sarà presente all'appuntamento del 12 maggio