Rotary club isola d’Elba, iniziativa per l’Ucraina

Un mezzo carico di aiuti umanitari e beni di prima necessità destinato ai profughi

Come una delle più grandi organizzazione umanitarie del mondo che ha fatto della pace la pietra cardine della sua missione globale, il Rotary International, restio ad ogni guerra e profondamente preoccupato per la tragedia che affligge il popolo ucraino nonché per le consequenziali ripercussioni che la guerra attualmente in atto comporterà a livello mondiale, oltre ad unirsi “alla comunità internazionale nel chiedere un immediato cessate il fuoco, il ritiro delle forze russe e il ripristino degli sforzi diplomatici per risolvere al più presto questo conflitto attraverso il dialogo” è intervenuto direttamente, tramite la Fondazione Rotary,  in risposta all’aggravarsi della crisi umanitaria che ne discende promuovendo iniziative sia a livello internazionale sia a livello nazionale e locale.

Tra le iniziative a livello internazionale, la Fondazun mezzo carico di aiuti umanitari e beni di prima necessità destinato ai profughiione ha designato il “Fondo risposta ai Disastri”, i cui contributi possono essere effettuati al link my.rotary.org/it/disaster-response-fund,  volto a fornire immediato sostegno e soccorso all’Ucraina ed ai suoi profughi.

A livello nazionale si sta coordinando con i partner ed i leader regionali esplorando soluzioni efficaci per i maggiori bisogni umanitari intensificando, ad esempio le opere di soccorso, gli aiuti alle famiglie sfollate e ai molti profughi.

Infine, a livello locale, ha incoraggiato attivamente ogni singolo Club Rotary e Rotaract nel creare individualmente le proprie risposte alle nefaste conseguenze della guerra.

A tal fine, anche il Rotary Club Isola d’Elba ha promosso un’iniziativa, rivelatasi di grande successo, che ha visto la partecipazione economica di tutti i suoi soci, del Club stesso e di molti sponsor locali e che, in pochi giorni, è riuscita a far giungere al centro di raccolta di Bologna, quale luogo indicato dall’ambasciata Ucraina,  della guerra.

Per la riuscita e la tempestività dell’impresa, Il Rotary club isola d’Elba desidera ringraziare tutti coloro che l’hanno resa possibile, in particolare:

Il “Nocentini Group” che, oltre a donare supporto economico, ha messo a disposizione il mezzo per il trasporto ed ha collaborato attivamente per la predisposizione del viaggio.

Gli sponsor esterni per i contributi economici che hanno elargito quali: La Banca di Credito Cooperativo dell’Isola d’Elba, la Squadra Unione cacciatori, Idrosanitari Snc, il Circolo Concordia Schiopparello, la Cooperativa Esperia, Marine Service Srl, Medicart Srl, Mvd 2 Srl, Ferrini Edilizia e il Villaggio turistico Innamorata. Imprese, vanto del nostro territorio che, già in passato, si sono mostrate estremamente sensibili alla solidarietà.

Il Club tutto rivolge un ringraziamento particolare al suo presidente, Sergio Cavaliere ed ai soci Marcello Bellini e Elvio Cavaliere che hanno personalmente provveduto alla consegna degli aiuti.

Una piccola goccia che, assieme alle altre promosse nel nostro territorio, ha consentito alla nostra Isola di contribuire ad alimentare il grande mare della solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Corri per Alba, la nuova iniziativa di Diversamente Sani

Una maglietta benefica per il ricordo di Alba Giusti alla Maratona dell'Isola d'Elba

Diversamente Sani, un nuovo consultorio oncologico on line

Presentato il progetto di sostegno di Taognam, con un team di esperti a disposizione

Pubblica Assistenza Capoliveri, una ambulanza per l’Ucraina

Il mezzo elbano sarà trasportato ad Odessa al seguito di un convoglio umanitario