Chiusa pesca professionale, sportiva e ricreativa delle telline

Pesanti le sanzioni previste per legge, che possono variare da 1000 fino a 6000 euro

La Capitaneria di porto ricorda che nel mese di aprile entra in vigore il divieto di raccolta dei molluschi bivalvi da parte dei pescatori professionali e sportivo/ricreativi.

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con proprio decreto datato 22/12/2000, ha infatti disposto, per il mese di aprile di ogni anno, la chiusura dell’attività di pesca di questa risorsa ittica ai fini del suo ripopolamento.

Il fermo di pesca fissato nel mese di aprile corrisponde, essenzialmente, all’inizio del periodo riproduttivo della specie.

Di conseguenza, a partire da oggi, entra in vigore il divieto assoluto di raccolta di questa specie minacciata dal sovra-sfruttamento, sia per la categoria di pescatori professionali che per quella sportiva/ricreativa.

La Capitaneria di Porto invita quindi al rispetto della normativa al fine di non incorrere nelle pesanti sanzioni previste per legge (da 1000 a 6000 euro per ciascuna violazione accertata, oltre al sequestro delle attrezzature impiegate).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Campo solare a Capoliveri, due posti ancora disponibili

Il servizio sarà organizzato nei mesi di luglio e agosto, nei giorni da lunedì al venerdì

Portoferraio, aperte le iscrizioni ai campi solari

Si svolgeranno nei mesi di luglio ed agosto 2022, gestiti dalla cooperativa sociale Arca

Provincia al lavoro per la sistemazione del manto stradale

Lavori su SP 26 “Porto Azzurro – Quadrivio Padreterno” e SP 24 Bivio Boni – Procchio”