Attività Fisica Adattata e Percorso della Salute alle Terme

Una giornata all’insegna della salute e della conoscenza del territorio. Il resoconto

Si è svolta presso le Terme di San Giovanni di Portoferraio, una giornata all’insegna della salute e della conoscenza del territorio, organizzata dagli insegnanti Claudia Marazzo, Enrico Mazzei, Roberto Luppoli, Simonetta Neto, che in  collaborazione con USL Toscana Nord Ovest, promuovono sul territorio elbano il progetto di AFA di “Attività Fisica Adattata”.

“L’ AFA è un percorso non sanitario, che prevede una serie di programmi di attività motoria di gruppo, realizzati da personale qualificato, finalizzati a migliorare il benessere della persona e a contrastare le difficoltà di movimento temporanee o conseguenti a malattie croniche. Effetti positivi dell’attività, si riscontrano in soggetti con ridotta capacità motoria dovuta a sedentarietà e ad artrosi, esiti di interventi ortopedici e patologie reumatiche. Evidenze scientifiche ne dimostrano l’efficacia nella prevenzione dell’osteoporosi e nella terapia di patologie, quali l’ipertensione arteriosa, il diabete e le cardiopatie. L’AFA si è dimostrata adatta anche per persone con ridotta autonomia motoria a causa di malattie come ad esempio ictus e Parkinson, purché in fase stabilizzata.”

Le persone partecipanti, provenienti dai corsi AFA dei diversi comuni dell’Isola, sono state accolte dagli insegnanti e guidate in un percorso della salute adattato, in una camminata intervallata da stazioni motorie con esercizi di mobilità e flessibilità.

Il percorso di Fit Walking adattato, è stato arricchito dai racconti di due degli associati di Elba Educazione fisica e Sport, appassionati del territorio elbano e di Portoferraio: Maristella Giulianetti, intervenuta con la spiegazione della storia delle Saline di San Giovanni, delle zone umide come salvaguardia degli uccelli migratori, dell’importanza della tutela dell’ambiente e di zone specifiche dell’Isola d’Elba ; Franco Dari, guida ambientale escursionistica della Regione Toscana, che ha narrato la storia di Portoferraio e delle Fortezze Medicee.

L’attività si è conclusa con una rilassante stazione di stretching al tramonto, arricchita anche dall’intervento delle insegnanti dell’associazione Elba No Limits Virginia Campidoglio, Irene Ferrari e Selene Scopece.

I partecipanti all’evento si sono riuniti per un piacevole aperitivo preparato con cura dallo staff del  “Ciccillo’s Bar” delle Terme di San Giovanni.

Durante l’evento sono intervenuti il Dottor Fabio Chetoni , direttore responsabile della Zona distretto dell’Elba a sottolineare l’importanza dell’Attività fisica adattata nei vari comuni del territorio elbano, il Dottor Emiliano Somigli, che ha parlato della nascita e della storia delle Terme di San Giovanni, dagli anni ’50 ai giorni nostri, ricordando il Dottor Ernesto Somigli.

A conclusione della giornata, gli  organizzatori dell’evento,  Prof. Enrico Mazzei per asd “L’Isola dello Sport” affiliata UISP,  la Prof.ssa Simonetta Neto per asd Elba Educazione fisica e Sport affiliata CSEN, hanno ricordato le finalità delle rispettive associazioni sportive e gli obiettivi del progetto AFA , sottolineando l’importanza della prevenzione e del mantenimento di una buona salute psico-fisica a qualsiasi età, attraverso l’attività fisica e la pratica di esercizi mirati e specifici.

Gli insegnanti hanno ringraziato l’USL Toscana Nord Ovest,  il Comune di Portoferraio e  la Cosimo De’ Medici per gli spazi, lo Staff del Palazzetto dello Sport di Portoferraio Giovanna, Paolo, Cosetta, Laura, Clarissa.

Un ringraziamento al Dottor Somigli delle Terme di San Giovanni, alla direttrice dell’Hotel Airone Dott.ssa Angela Bolano per la disponibilità, all’associazione Elba No Limits per la collaborazione, al “Ciccillo’s Bar” per l’accoglienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

San Piero, “Acquarello per Bambini tra Isole e Pesci”

Dal 22 al 24 luglio, dalle 17 alle 18,30: "Un Viaggio Creativo a Facciatoia”