Trasporto pubblico locale, un confronto a Portoferraio

Sul tavolo, le criticità riscontrate e proposte di miglioramento dei servizi all'Isola d'Elba

A seguito della chiusura delle scuole e del consueto passaggio all’esercizio estivo della rete del trasporto pubblico, giovedi 20 giugno, a Palazzo Granducale si è svolto un nuovo incontro del tavolo di confronto sul Tpl con le organizzazioni sindacali, per condividere il parziale riassetto di alcune linee, in particolare per quelle a servizio degli spostamenti dei lavoratori delle aree produttive.
Le principali modifiche richieste riguardano l’istituzione di una nuova corsa da Campiglia stazione per Campiglia Ospedale alle ore 13:35 e la modifica di orario della linea 001 per ripristinare il collegamento da Campiglia stazione alle ore 14:55 per Cecina. Inoltre, verranno anticipate le corse da Cecina per Campiglia stazione alle ore 14:00 e da Campiglia stazione per Cecina alle ore 14:55, mentre sarà posticipato alle ore 14,23 il passaggio dal Tubificio.

Su questi aspetti occorre sottolineare che dal 1° luglio 2024 le linee operaie tornano sotto la gestione diretta di Autolinee Toscane, la cui spesa era stata coperta dalla Provincia con risorse proprie per far fronte ai tagli già previsti dal contratto di servizio, e che l’ente aveva affidato temporaneamente ad operatori privati.
“Un notevole passo avanti – ha detto Irene Nicotra, responsabile del Servizio Pianificazione e Politiche Europee della Provincia – che ci ha consentito da un lato di consolidare la rete extraurbana e dall’altro di stornare parzialmente alcune risorse dell’Ente sui servizi di trasporto elbani”.

In particolare, i contributi provinciali sono stati dirottati sulla linea di collegamento, già attivata, tra le località di San Piero, Sant’Ilario, l’aeroporto La Pila e Marina di Campo.
Il prossimo 27 giugno, inoltre, è già stato convocato a Portoferraio un tavolo di confronto con le parti sociali per esaminare le altre criticità rilevate e le relative proposte di miglioramento dei servizi di Tpl elbani, tra le quali è già previsto, a partire dal 1 di luglio, l’anticipo della corsa della linea 121 (via Marciana) alle ore 5:20, per garantire l’arrivo a Portoferraio entro le ore 8:00.

Infine, ulteriori modifiche riguardano le altre linee sul continente: linea 006 anticipo corsa da Donoratico (V.le Italia) delle ore 6:50 alle ore 6:10 per raggiungere Castagneto alle ore 6:30 e ritorno immediato; linea 002 inserita una corsa alle 13.35 per Campiglia Ospedale; linea 102 da Livorno per Cecina anticipo corsa delle ore 7:52 alle ore 7:35; linea 02A inserimento di una corsa alle ore 05:40 anche per il sabato (attualmente in vigore dal lunedì al venerdì scolastico); linea 111 da Riparbella/Castellina inserimento di una coppia di corse durante la giornata, per garantire il collegamento con le zone costiere.

“Inoltre – ha aggiunto Nicotra – in merito alla linea 200 che effettua un collegamento diretto, senza altre fermate intermedie, tra la stazione di Campiglia e il porto di Piombino, abbiamo chiesto alla Regione Toscana che la Provincia sia coinvolta nella definizione degli itinerari e degli orari al fine di poter meglio rappresentare le esigenze e necessità segnalate anche in questa occasione dalle organizzazioni sindacali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

La solidarietà e il sostegno ai lavoratori Toremar

di Partito Rifondazione Comunista circolo Elba

Quella delle carceri è una vera emergenza umanitaria

di Raimonda Lobina, Garante diritti dei detenuti Casa di reclusione “Pasquale de Santis”

Sciopero, “Manifestazione riuscita, volevamo visibilità”

Pochissimi i disagi . Landi:"Negligenza inaccettabile della Regione Toscana"