Giornate Europee dell’Archeologia, ecco le iniziative

Villa Romana e Museo del mare insieme per promuovere e festeggiare

Per celebrare le Giornate Europee dell’Archeologia 2024, gestite da INRAP, l’Institut national de recherches archèologiques prèventives francese ed organizzate in Italia dal Ministero della Cultura – Direzione Generale Musei e Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio, anche sul territorio elbano si terranno due iniziative particolarmente interessanti specialmente per il giovane pubblico, come intervento di avvicinamento e promozione della cultura e del patrimonio archeologico.
La manifestazione, che ha luogo in diversi Stati membri del Consiglio d’Europa nel terzo fine settimana di giugno, permette ai visitatori di partecipare a speciali visite guidate con esperti, accedere ad attività dedicate e a conferenze con specialisti del settore, in collaborazione con Università e Soprintendenze che lavorano sul territorio. Si tratta di più di 1500 luoghi, in tutta Europa, che si si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena del mondo dell’archeologia.
Iniziativa nata nel 2010 in Francia, poi apertasi ad altri paesi europei dal 2019, oggi le JNA (Journées nationales de l’archéologie, ovvero giornate nazionali dell’archeologia) rappresentano un’occasione imperdibile per portare all’attenzione del grande pubblico l’abbondanza del patrimonio conservato e le tante attività relative all’archeologia promosse attraverso il capillare lavoro di strutture presenti sul territorio locale, come nel caso dell’Isola d’Elba, che quotidianamente si impegnano ad emergere attraverso eventi, servizi e canali variegati e multiformi.
IL PROGRAMMA

Per l’edizione 2024, la Villa Romana delle Grotte di Portoferraio e il Museo del Mare di Capoliveri parteciperanno alle Giornate Europee dell’Archeologia:

• Presso la suggestiva villa affacciata sulla rada di Portoferraio, sabato 15 giugno 2024, alle ore 16.00, si terrà “Gli strumenti del tessile” – laboratorio didattico per bambini 6 – 12 anni in cui si incideranno lettere etrusche su fuseruole, rocchetti e pesi da telaio miniaturistici plasmati precedentemente con l’argilla. L’oggetto creato resterà ai partecipanti come ricordo dell’esperienza
Costo: Attività didattica gratuita, biglietti di ingresso al sito archeologico: Intero 5 €, Ridotto 3 €. Info e prenotazioni: info@museiarcipelago.it// Tel. 320 4953766 (solo whatsapp)

• Al Museo del Mare di Capoliveri, invece, domenica 16 giugno si terrà “L’Italia a Soqquadro” – laboratorio di giochi dimenticati. All’interno del relitto del Polluce sono state trovate numerose tracce che testimoniano la grande importanza dei giochi nella vita ottocentesca. Ma a che giochi giocavano? I partecipanti ricostruiranno insieme, con materiali di riciclo, un gioco molto popolare nell’800: Soqquadro, un’allegoria ludica dell’Italia del Risorgimento.
Prezzo 4€ // Durata: 1h // Ritrovo alle 18.00 presso il Museo del Mare di Capoliveri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

50mila euro dalla Regione per i musei dell’Arcipelago

Incontro in presenza del Comitato Tecnico Scientifico con i vertici della Regione Toscana

#KidsLab: i musei elbani a misura dei più piccoli

Le proposte delle strutture museali locali in occasione del mese dedicato all’archeologia