Recuperato il corpo della pilota dell’elicottero precipitato

Il ritrovamento dopo tre ore di ricerche. L'elicottero aveva fatto scalo tecnico all'Elba

È una donna di ventotto anni originaria dell’Emilia Romagna – Naomi Maiolani, di Faenza –  l’unica vittima dell’incidente aereo avvenuto poco dopo le 13 del 27 ottobre al confine fra Toscana e Liguria. La giovane si trovava alla guida dell’elicottero quando, per cause ancora in corso di accertamento, il velivolo ha perso quota ed è precipitato a terra schiantandosi al suolo . Secondo gli accertamenti, a bordo dell’elicottero, si trovava soltanto la donna che è morta carbonizzata.

Il velivolo, partito dalla Sardegna, aveva fatto uno scalo tecnico all’aeroporto di La Pila all’isola d’Elba, ed  era diretto a Sondrio.  

La Procura della Repubblica di Massa Carrara ha aperto un fascicolo sull’incidente. Fra le verifiche in corso anche quelle legate alle condizioni meteo: nell’area, era attiva un’allerta di colore arancione e la zona era spazzata da un vento molto forte. La vittima  sarebbe dipendente di una società di noleggio e trasporto con elicotteri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Grosso pino cade sulla carreggiata per il forte vento

Intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale, l'albero è stato rimosso

Si ribalta con l’auto, denunciato dai carabinieri

Aveva un tasso alcolemico elevatissimo, sei volte superiore al consentito

Minacce, insulti e violenze, elbano arrestato dai carabinieri

Trasferito alle Sughere di Livorno, il 60enne accusato di maltrattamenti in famiglia