/ le foto

Ospite insolito fotografato nella Zona Umida delle Prade

La foto a Schiopparello, nel parco dell'Hotel Fabricia. Il racconto di Antonello Marchese

Un beccaccino (Gallinago gallinago) è stato documentato sabato scorso, 14 ottobre, durante la passeggiata e visita guidata “Biowatching nel Parco dell’Hotel Fabricia”, attività nel calendario “Vivere il Parco”, il programma delle visite guidate e escursioni organizzate dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano.  Il limicolo è apparso tranquillo ed stato facilmente osservato e fotografato anche dai partecipanti all’evento.

Il luogo di avvistamento non dista molto dalla zona umida delle Prade, che è stata anche raggiunta durante la passeggiata, piccola zona palustre corrispondente a uno degli habitat preferenziali di questa specie amante delle paludi, prati umidi, praterie e risaie.

L’animale è caratterizzato dal lungo becco sottile, ideale per cercare e afferrare anellidi, insetti, larve, molluschi, crostacei ma anche semi e erbe che costituiscono la sua alimentazione.

In passato (2021) il beccaccino era già stato documentato nell’altra importante zona umida portoferraiese corrispondente al Bacino Termale delle ex saline di San Giovanni.

 

(Antonello Marchese – * Guida ambientale e turistica. Guida ufficiale del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Fotografo di Natura. Promotore dell’azione Elba Foto Natura, nell’ambito dei progetti della Carta Europea per il Turismo Sostenibile per il Parco Nazionale Arcipelago Toscano)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Quinta nidificazione di tartaruga marina a Pianosa

Ancora a Cala Giovanna. Nell’isola protetta quasi la metà delle nidificazioni in Toscana

Marciana Marina diventa capitale dell’Isola delle tartarughe

20 e 21 luglio: arte, trekking, immagini e scienza alla scoperta della biodiversità dell’Elba