Paolo Giordano super vincitore del premio letterario

di Comitato promotore del Premio Letterario Isola d’Elba

È Paolo Giordano con ’Tasmania’ il supervincitore del Premio letterario internazionale Elba-Raffaello Brignetti 2023, prestigioso riconoscimento che sabato 9 settembre ha visto la conclusione di questa innovativa 51ª edizione nelle sale della Villa napoleonica di San Martino, a Portoferraio. Dopo oltre mezzo secolo di vita, quest’anno il regolamento ha introdotto infatti una novità: le tre opere finaliste si sono aggiudicate la vittoria dopo la selezione dei candidati operata dalla giuria tecnica mentre, alla fine della serata è stato proclamato il supervincitore, Giordano appunto, sulla base dei voti ottenuti dai componenti della giuria tecnica e sommati a quelli della giuria popolare.
A condurre la cerimonia di consegna in una location vestita a festa e capace di far rivivere lo spirito napoleonico davanti a un parterre de roi composto da oltre 200 partecipanti, personaggi del mondo della cultura e autorità, Attilio Romita, volto storico del Tg1, e la giornalista de La Nazione, responsabile del canale del gruppo Monrif ’Luce!’, Letizia Cini. Mentre ad allietare la platea ci ha pensato l’attrice Gabriella Germani con le sue imitazioni.
Sul palco, oltre al ’supervincitore’ e gli altri due autori a cui è andato il riconoscimento – Vivian Lamarque con il suo poetico ’L’amore da vecchia’ (Mondadori)e Sebastiano Mondadori, che ha parlato del suo romanzo ’Verità di famiglia’, edito da La Nave di Teseo – quattro membri della selezionatissima giuria del Premio letterario internazionale Elba-Raffaello Brignetti, personalità del calibro di Marino Biondi, Massimo Onofri, Gino Ruozzi e Luciano Gelli.
Durante la serata, Giordano ha illustrato la sua ultima fatica letteraria, un romanzo sul futuro, incantando la platea nonostante la sua proverbiale riservatezza: protagonista del romanzo è un giovane uomo convinto che la scienza gli avrebbe dato tutte le risposte che stava cercando. Invece all’improvviso si ritrova davanti un muro di domande alle quali vuole dare risposta. “Il Brignetti è un premio letterario con una tradizione e un suo status peculiare forse legato a doppio filo alla dimensione dello scrittore – le parole dell’autore de ’La solitudine dei numeri primi’, il libro più venduto in Italia nel 2008 con oltre un milione di copie acquistate – . Ha inoltre un significato particolare per me che il premio venga da una giuria presieduta da Ernesto Ferrero . Uno scrittore che ha un rapporto schietto con la letteratura con il quale collaboro da anni. Per me è stato ed è non solo un punto di riferimento ma una guida“.
A incoronare il super vincitore il presidente del Comitato promotore Roberto Marini con il presidente degli albergatori elbani, amico e sostenitore del ’Brignetti’, l’ingegner Massimo De Ferrari.
Il Comitato Promotore ringrazia tutti coloro che hanno dato il loro contributo per sostenere la manifestazione, gli amici dell’associazione culturale Historiae, gli amici dell’associazione Petite Armée e subito al lavoro per la 52 edizione del Premio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Al via la stagione degli eventi culturali a Procchio

di Associazione Culturale Procchio Napoleonica

Parole in Chiostro e talk con il musicista Gianni Maroccolo

Due eventi di MardiLibri e Pro Loco con il patrocinio del comune il 21 e 22 giugno