Al Cerboni si comunica senza barriere con la LIS

"Un percorso di formazione richiesto dai docenti che ha fornito preziose indicazioni"

Dal mese di Marzo al Cerboni di Portoferraio si sta svolgendo un importante percorso di formazione richiesto dai docenti e da tutto il personale scolastico: “Comunicare senza barriere con la LIS” lingua dei segni italiana, in collaborazione con Associazione “Comunico Toscana” e “Guanti rossi Milano”. Insieme, i docenti imparano, grazie alle coinvolgenti lezioni della Dott.ssa Vania Vitolo, le basi della Lingua dei segni, il corretto approccio didattico e relazionale con la persona sorda. Ieri si è svolto il terzo incontro pratico, tenuto dal Prof. Frank Marchini, che con grandissima capacità comunicativa e una metodologia interattiva, ha saputo entusiasmare il personale scolastico, fornendo preziosi strumenti per la comunicazione e per promuovere l’inclusione scolastica, una comunicazione che favorisce il successo formativo degli studenti e delle studentesse, indipendentemente dalle loro diversità. Un’iniziativa importante, sostenuta dalla Dirigente Prof.ssa Lorella Di Biagio, che per il nostro istituto e per il personale scolastico, rappresenta un grande valore aggiunto e motivo di crescita. Referente del Progetto la Prof.ssa Delia Scotto, con la collaborazione della Prof.ssa Arianna Benassi e del Prof. Lucio Messina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Grande festa per i maturandi al liceo delle scienze umane

Sulla scalinata di Napoleone consegnate alcune targhe e poi un party dolce e amaro

Progetto “Burattini in classe”, lo spettacolo finale

Conclusa l'attività destinata agli alunni della scuola Secondaria Marchesi