Droga

Arrestato a Portoferraio per traffico di stupefacenti

39enne colto in flagrante. In casa più di mezzo chilo di sostanze pronte per lo spaccio

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portoferraio hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 39enne di Portoferraio.

Dopo alcuni servizi di osservazione e pedinamento, i militari sono riusciti ad individuare un appartamento sospetto, situato nella periferia cittadina. Nel corso della perquisizione, sono stati rinvenuti oltre 600 grammi di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e marijuana, e tutto l’occorrente per il taglio, la pesatura ed il confezionamento delle dosi da spacciare. Il tutto è stato sottoposto a sequestro, compresa la somma di 1.500 € ritrovata nell’abitazione e ritenuta frutto delle attività di spaccio del portoferraiese.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto davanti ai giudici del Tribunale di Livorno, che hanno convalidato l’arresto e hanno applicato la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza, con il divieto di lasciare la propria abitazione in orario notturno.

Nell’ambito della stessa operazione, i Carabinieri del NOR hanno anche segnalato all’autorità prefettizia una donna italiana, trovata in possesso di 10 grammi di hashish.

Una risposta a “Arrestato a Portoferraio per traffico di stupefacenti

  1. Walter Rispondi

    Forza ragazzi, l’Arma dei Carabinieri sempre presente!
    La piaga degli stupefacenti non finirà mai purtroppo, ma non possiamo non apprezzare il vostro encomiabile lavoro, fatto di sacrifici e risultati come questo, grandi!

    19 Gennaio 2023 alle 11:17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Omicidio all’Elba: Landi, violata storia di civiltà dell’Isola

Il commento: "Un efferato omicidio estraneo alla storia e alla cultura dell’Elba"

“Inaccettabili le insinuazioni di Corsini, adesso chiarisca”

di Paola Mancuso, Renzo Galli, Claudio De Santi

Pugni, calci e bastonate così è stato ucciso Angelo Carugati

L'indiziato Mounir Ghallab 24 anni è in carcere, avrebbe rubato l'orologio e il cellulare