Navi ferme, elbani bloccati a Piombino dormono sulla nave

I collegamenti con l'isola sono ripresi solo stamattina all'alba. Il racconto della giornata

“Adda passà a’ nuttata”, recitava Eduardo de Filippo. E quella trascorsa dagli elbani rimasti bloccati a Piombino a causa del mare agitato e delle forti raffiche di vento è stata particolarmente lunga.

Centinaia gli elbani di ritorno dal weekend della Befana radunati alla stazione marittima di Piombino, che hanno atteso notizie per tutto il pomeriggio, assistendo impotenti ad una cancellazione dopo l’altra. Qualcuno è riuscito a trovare un posto per la notte nelle strutture ricettive di Piombino, che hanno registrato un tutto esaurito decisamente fuori stagione. Altri, invece, hanno riposto tutte le speranze nell’ultima corsa delle 22.20: inizialmente data per sicura, anche se in ritardo, i passeggeri, a piedi e in auto, sono stati fatti salire e poi, purtroppo, scendere, perché le condizioni meteo marine erano ancora troppo negative per prendere il largo.

Gli elbani sono stati trasbordati quindi sulla Moby “Niki”, dove è stato offerto loro un ristoro e un posto dove passare la notte. La nave è partita poi con la prima corsa della mattina, alle 5:30, e finalmente, dopo una traversata piuttosto movimentata e lunghe operazioni di sbarco, gli elbani sono riusciti a tornare a casa. Una disavventura in piena regola che non è nuova nella vita di un isolano doc, ma che, di sicuro, non verrà dimenticata molto presto.

3 risposte a “Navi ferme, elbani bloccati a Piombino dormono sulla nave

  1. MASSIMO Rispondi

    Può succedere a chi vive nelle isole o a chi le ama. La responsabilità è sempre del comandante della nave sia che non succeda niente o che succeda un disastro. A me è già successo, ma continuo ad amare le isole.

    10 Gennaio 2023 alle 18:45

    • Luca Rispondi

      Anni fa le navi partivano con tutti i mari, forse sarà il caso di trovare comandanti più capaci

      10 Gennaio 2023 alle 18:52

  2. Amedeo Anselmi Rispondi

    Gli sconti di fine stagione sono costati cari, 😁

    10 Gennaio 2023 alle 9:54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Revocato la seconda giornata di sciopero dei benzinai

Da giovedì mattina pompe aperte, i commenti dei sindacati e delle associazioni

Muore a Firenze il fondatore di Beyfin: Luciano Niccolai

Molto conosciuto all'Elba aveva una casa e un albergo a Marciana Marina

Diciottenne denunciato per guida in stato di ebbrezza

Il neopatentato fermato nel weekend dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile