Termosifoni accesi anche all’Isola d’Elba da ieri 22 novembre

Il riscaldamento è possibile per un massimo di 9 ore al giorno fino al 23 marzo

Da martedì 22 novembre all’Elba è possibile accendere i termosifoni, come stabilito dal piano nazionale di contenimento dei consumi emanato dal Governo Draghi, per ridurre i consumi e limitare il caro bollette. Un piano che stabilisce le accensioni in base alle diverse zone climatiche in cui è stata suddivisa l’Italia. I primi comuni ad avere la possibilità di accendere il riscaldamento, dall’8 novembre, sono stati quelli che rientrano nella zona D, che comprende anche Marciana. Gli altri comuni elbani invece sono in zona C e quindi possono accendere i termosifoni dal 22 novembre fino al 23 marzo per un massimo di 9 ore al giorno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Un bilancio della situazione degli incendi all’isola d’Elba

Il Ten. Cipriani dei Carabinieri Forestali: "Situazione positiva ma occorre prevenire"

Zini: “Molto bene la proroga per il tribunale elbano al 2023”

Ora l'impegno è di presentare una proposta per la stabilizzazione della sede distaccata

Presentato il nuovo Piano per la Prevenzione degli incendi

Una strategia per mettere in sicurezza le zone più a rischio di tutta l'isola d'Elba