Portoferraio

“Regolamentare le chiusure invernali in tutta l’Elba”

di Associazione Commercio Turismo e Servizi Isola d'Elba

Franca Rosso

 

 

Da Franca Rosso,  presidente dell’Associazione Commercio Turismo e Servizi Isola d’Elba riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Pregiatissimi sindaci elbani,

Il Consiglio Direttivo della nostra associazione ha avuto modo di apprezzare la recente iniziativa del sindaco di Porto Azzurro dr. Maurizio Papi, volta a migliorare l’aspetto estetico delle vetrine degli esercizi commerciali del suo paese durante il periodo invernale.
Infatti, condividendo pienamente l’esigenza di un’apertura solo stagionale per diverse attività, che in mancanza di un sufficiente giro di lavoro sono costrette a chiudere nei mesi invernali, rimane pur sempre migliorabile la cura delle vetrine, delle verande e degli esterni visibili dalle pubbliche vie.
Conveniamo sul fatto che i fogli di carta appiccicati ai vetri, le sedie accatastate sui tavoli e la mancanza di un minimo di illuminazione (anche a basso consumo energetico) abbruttisca l’immagine dei nostri centri storici e non offra una sensazione di decoro, a discapito di tutti i cittadini residenti e di quei pochi turisti che comunque visitano l’Elba anche nel periodo di bassa stagione.
Si tratta di accorgimenti che non incidono sui costi delle attività, ma che solo con un po’ di buon senso e buona volontà possono essere tranquillamente messi in atto. Capita infatti che anche alcuni esercizi pubblici aperti tutto l’anno e con tanto di veranda o vetrate a vista, nei giorni di chiusura per turno di riposo lascino le sedie rovesciate sui tavoli, scope e secchi a giro, ecc. e questa non è certo una bella visione.
Soprattutto ora, con l’imminente arrivo delle festività natalizie, sarebbe necessario intervenire con una campagna di sensibilizzazione e con delle specifiche ordinanze che coinvolgano tutti i comuni dell’isola, e non solo Porto Azzurro.
Questo in prima battuta, poi si potrebbe pensare anche di far programmare in futuro le chiusure delle varie attività in modo scaglionato, per assicurare tutto l’anno un minimo di esercizi in funzione.
Pur rendendoci conto che l’impresa potrebbe apparire un po’ ostica per taluni, riteniamo che nell’interesse collettivo questo argomento debba essere trattato e regolamentato in maniera diffusa in tutta l’Elba, elaborando un titolo accattivante alla campagna ed utilizzandola anche a livello di marketing.
Con la speranza che questa istanza venga favorevolmente accolta da tutti voi, confidiamo che se ben affrontata l’operazione potrebbe essere recepita e condivisa anche dai nostri commercianti, e pertanto ci rendiamo disponibili fin da subito a sostenervi coinvolgendo le nostre imprese associate.
Con i migliori saluti.

Franca Rosso, presidente

2 risposte a ““Regolamentare le chiusure invernali in tutta l’Elba”

  1. DEANNA DEL PUNTA Rispondi

    Noi abitanti di Cavo chiediamo da diversi anni che almeno alcuni esercizi soprattutto Bar e Ristoranti stiano aperti anche in inverno. Spesso operai non residenti, liberi professionisti ed anche turisti non sanno dove prendere un caffè la mattina perché i
    locali sono tutti chiusi anche quelli che hanno l’obbligo di apertura annuale.

    16 Novembre 2022 alle 20:28

  2. Nelly Rispondi

    Condivido in pieno il comunicato della sig.ra Franca Rosso.
    È da moltissimi anni che si parla di questo.
    Credo sia necessario intervenire per un maggior decoro anche per chi vive e lavora all’Elba tutto l’anno.

    16 Novembre 2022 alle 15:04

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dissalatore Capoliveri, FDI: “Un’opera di impatto negativo”

On. Fabrizio Rossi: "ricadute negative su economia e turismo, molte cose da rivedere"