L'iniziativa

Successo dell’edizione novembrina di “Puliamo il mondo”

A Marina di Campo una "marea" di cappellini gialli contro i rifiuti in spiaggia

Tutti uniti e determinati contro la plastica sulle nostre spiagge. Questo lo spirito che ha animato i circa duecento bambini della scuola primaria “Teseo Tesei” di Marina di Campo che, nella mattinata di martedì 8 novembre, accompagnati dagli insegnanti e dai volontari di Legambiente Arcipelago Toscano, hanno partecipato all’ultima edizione di “Puliamo il mondo”.

Armati di guanti e pinze, con i loro cappellini gialli e le loro pettorine, i bambini e le bambine si sono distribuiti lungo la spiaggia di Marina di Campo, dal Club del mare fino alla pineta, per ripulirla dei rifiuti portati dal mare e, soprattutto, da quelli abbandonati da visitatori e bagnanti ben poco educati.

Ricco il bottino dei nostri piccoli “spazzini” dell’ambiente: i diversi sacchi di rifiuti raccolti erano colmi dell’onnipresente plastica, di innumerevoli cicche di sigarette, oltre ad un materassino e a molte altri oggetti che ogni giorno, incivilmente e irresponsabilmente, vengono gettati sulla spiaggia.

Gli studenti della scuola campese hanno avuto modo, inoltre, di approfondire il tema appassionante delle tartarughe marine, giocando a deporre le uova, imparando a riconoscere le loro tracce o a farle scappare dai gabbiani, sotto la guida degli educatori ambientali del Cigno verde. Alla fine, le classi e i loro insegnanti sono rientrati a scuola, con alle spalle una bella esperienza e la promessa di continuare a vigilare sull’ambiente che gli appartiene, perché – e non ci stancheremo mai di dirlo – loro sono il nostro futuro.

L’edizione novembrina di “Puliamo il mondo” è stata voluta dal Comune di Campo nell’Elba, con la collaborazione dell’azienda elbana ESA, per quanto riguarda la parte logistica. «E’ stata un’esperienza divertente e un’occasione di riflessione sui comportamenti da tenere per il bene del nostro pianeta» ha commentato Ilaria Pini, l’assessora all’ambiente del Comune di Campo nell’Elba. «I bambini ci insegnano che, impegnandoci tutti insieme, si possono fare grandi cose».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Un bilancio della situazione degli incendi all’isola d’Elba

Il Ten. Cipriani dei Carabinieri Forestali: "Situazione positiva ma occorre prevenire"

Zini: “Molto bene la proroga per il tribunale elbano al 2023”

Ora l'impegno è di presentare una proposta per la stabilizzazione della sede distaccata

Presentato il nuovo Piano per la Prevenzione degli incendi

Una strategia per mettere in sicurezza le zone più a rischio di tutta l'isola d'Elba