/ GUARDA LE FOTO

In 15 si rovesciano a bordo di un’imbarcazione di 8 metri

Brutta avventura per una comitiva di sub tedeschi. Li ha salvati la Guardia Costiera

Nel primo pomeriggio della giornata di martedì 27 settembre è giunta  alla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Portoferraio, tramite numero blu 1530, una segnalazione di una cittadina straniera relativa ad una unità da diporto semiaffondata, con la presenza di diverse persone cadute in mare nello specchio acqueo antistante il Comune di Capoliveri (Località Capo Calvo).

Immediato l’avvio delle operazioni di soccorso con l’invio sul posto dei militari dell’Ufficio Locale marittimo di Porto Azzurro, partiti a bordo del battello pneumatico GC 310, e della Motovedetta SAR CP 867 partita da Portoferraio.

Giunti nella zona dell’incidente il personale della Guardia Costiera accertava che un natante da diporto, di circa 8 metri, utilizzato come punto di appoggio per le immersioni di un centro diving, risultava capovolto, con i suoi occupanti, 14 subacquei oltre al conduttore dell’unità tutti di nazionalità tedesca, in acqua.

I militari della Guardia Costiera, stante le avverse condizioni meteo-marine presenti in zona, provvedevano tempestivamente a coordinare sul posto le operazioni di recupero delle persone rinvenute in mare, effettuate con l’ausilio di altre unità di supporto del centro diving, nel frattempo intervenute in zona, oltre ad imbarcare a bordo della propria unità alcuni subacquei, per il successivo trasferimento a terra in sicurezza.

Terminate le operazioni di trasferimento di tutte le persone coinvolte nel sinistro marittimo, il personale della Guardia Costiera, al fine di scongiurare potenziali forme di inquinamento nel tratto di mare ricadente nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, interveniva anche per assicurare il recupero dell’unità da diporto, che al termine delle operazioni veniva messa in sicurezza nel cantiere navale di Mola.

Successivamente i militari della Guardia Costiera procedevano con le attività di accertamento sulle cause del sinistro per verificare eventuali responsabilità sull’accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dal governo proroga alla chiusura del Tribunale

Il provvedimento preso per Ischia, verrà esteso anche a Portoferraio e Lipari

Codice Rosa, in aumento accessi pronto soccorso e consultori

I dati della Asl Toscana Nord Ovest: 18 casi in più nel 2021 rispetto all'anno precedente