Guardia di Finanza

Le attività della Guardia di Finanza nella provincia

Da Livorno alla Val di Cornia e L'Elba, sequestrati oltre 4 Kg di stupefacenti

Lotta agli stupefacenti, controllo economico del territorio e vicinanza ai cittadini: queste le linee d’azione dell’ultimo scorcio d’estate in provincia da parte di tutte le Fiamme Gialle coordinate dal Comando Provinciale Livorno. Le attività delinquenziali legate al mondo della droga ed i conseguenti pericoli e la grande preoccupazione nelle famiglie per i loro giovani hanno portato ad un incremento dei controlli “sul campo”, implementando repressione ed attività di prevenzione da parte di tutti i finanzieri, dal capoluogo, all’Elba, passando per Cecina e Piombino.
E i risultati non sono mancati: nell’ultimo mese quasi 4 kg di stupefacenti sequestrato (valore complessivo sul mercato, circa 20.000 euro) tra cocaina, hashish e marijuana, con l’arresto di 5 maggiorenni colti in flagranza di reato; altri 14 denunciati a piede libero. Nell’ambito delle violazioni amministrative invece, oltre 15 le patenti ritirate a conducenti di automezzi trovati, alla guida, in possesso di droga.
Complessivamente poco meno di 300 persone controllate in tutta la provincia, ed oltre 100 veicoli. Fondamentale l’ausilio dei cani antidroga, che con il loro fiuto hanno spesso orientato positivamente le ricerche e le perquisizioni. In alcuni casi i controlli effettuati, anche davanti le scuole, hanno riscosso il plauso e il ringraziamento di alcuni genitori. Le attività dei finanzieri proseguiranno ulteriormente nei prossimi mesi per garantire maggior sicurezza sul territorio e tutelare i minori e più svantaggiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Appaltati i lavori di restauro della galleria Rosseto

Un finanziamento regionale per circa 150 mila euro a copertura delle spese

Casa del Duca, eliminazione ristagni d’acqua, fine lavori

Gli interventi dovrebbero risolvere definitivamente gli annosi problemi dell'istituto