Egiziano arrestato all’isola d’Elba per traffico di medicinali

Il 45enne è stato individuato dai Carabinieri di Portoferraio nel cantiere dove lavorava

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portoferraio, d’ordine del Gip del Tribunale di Monza,  hanno  arrestato un egiziano 45enne residente a Milano, coinvolto nel traffico di medicinali destinatario di provvedimento restrittivo.
L’uomo, assieme ad altri 10 connazionali e ad un medico italiano, è gravemente indiziato di appartenere a un’associazione operativa su tutto il territorio lombardo, che, in maniera stabile e continuativa, si occupava di acquisire presso varie farmacie medicinali a base di oppiacei, notoriamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale, per immetterli poi sul mercato parallelo dello spaccio di sostanze stupefacenti, riuscendo a mettere in piedi un giro d’affari di circa € 2.500.000 ai danni dello Stato.
L’egiziano era riuscito a sfuggire alla cattura nel suo luogo di residenza, ma i militari dell’Arma di Portoferraio sono riusciti ad individuarlo presso un cantiere edile della zona dove lavorava ed a trarlo in arresto. Dopo le formalità di rito, il 45 è stato condotto presso la casa circondariale “Le Sughere” di Livorno a disposizione dell’A. G. di Monza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Arresti domiciliari per un uomo di 36 anni nel comune di Rio

Ha violato il divieto di avvicinamento alla sua ex compagna. Le indagini dei carabinieri

Portoferraio, solidarietà e vicinanza all’isola di Ischia

Una nota dell'amministrazione comunale per esprimere affetto dopo la tragedia

Dal Governo proroga alla chiusura del Tribunale

Il provvedimento preso per Ischia, verrà esteso anche a Portoferraio e Lipari