Autorità Portuale, va alle fiere ma dimentica l’Elba

di Giovanni Fratini

Nave da crociera in porto - foto infoelba

In un comunicato di questi giorni l’Autorità di sistema portuale ci ha fatto sapere di aver partecipato alla “fiera più importante del Mediterraneo dedicata alle crociere”, organizzata nella città spagnola di Malaga. Credo che si debba apprezzare l’iniziativa presa.

Quello che non ci ha entusiasmato, ad essere sinceri, è stata la composizione della delegazione. Ne hanno fatto parte, infatti,  il Dr. Claudio Capuano e la Dr.ssa  Francesca Morucci dell’Area promozione della Autorità e la  Dr.ssa Federica Matteucci, dirigente della Società “Porto Livorno 2000” che gestisce il terminal passeggeri del porto livornese. In particolare i servizi di accoglienza per i crocieristi.

La delegazione aveva il compito, stando a quanto si legge sempre nel comunicato, di fornire “risposte concrete sia in termini operativi portuali che di offerta turistica sul territorio”. Dunque, per quanto riguarda  le risposte da dare sulla operatività dei porti la presenza del Dr.Capuano e la Dr.ssa Morucci dava la migliore garanzia, ma per le informazioni “sulla offerta turistica del territorio”  appare poco giustificata la sola presenza della Dr.ssa Matteucci dirigente della Società che gestisce le infrastrutture portuali destinate alla crocieristica nel porto di Livorno. Forse poteva essere  “cosa buona e giusta” la presenza nella delegazione di altri due Soggetti  in grado di fornire una precisa, completa  informazione sulle attrattive dei territori che si  possono visitare sbarcando  nei porti di Piombino e di Portoferraio.

Semplice dimenticanza? Ci è difficile crederlo.

A  proposito poi della operatività dei porti, che fine ha fatto il  prolungamento della banchina dell’Alto fondale a Portoferraio dagli attuali 118 a 180 mt., necessario per l’ormeggio in sicurezza di navi da crociera di media lunghezza? Fu  approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Portoferraio, nel 2005! Addirittura  17 anni fa! E’ stato riproposto nell’agosto del 2019, poco dopo l’insediamento della nuova Amministrazione comunale. Ma sono passati altri 3 anni e non ne abbiano più avuto notizia.

Quanto alla pluripromessa stazione marittima, dopo anni di attesa, di impegni non mantenuti,  sembra  che si possa sperare nell’inizio dei lavori entro la fine del corrente anno. Ce lo ha detto l’attuale Sindaco lo scorso mese di maggio.

Speriamo che non si ripeta  la beffa dell’accordo siglato nel 2014 dal Presidente della Autorità portuale di Piombino e dal Sindaco Ferrari.Sembrava tutto a posto. Ma sono passati inutilmente 8 anni!

Giovanni Fratini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Emergenza energetica, “sarà un grande sforzo collettivo”

Legambiente: "ridurre consumi, abbattere gli sprechi e promuovere fonti rinnovabili"