Il video

Il romanzo “Quelle ragazze del ’62” presentato a Rio Elba

L'autore Danilo Alessi ha intrattenuto gli intervenuti con Angela Galli e Stefania Donda

E’ stato presentato a Rio Elba, nella Piazzetta delle Dama, un luogo fra i piu ammirati del paese, il libro “Quelle ragazze del ’62”: il viaggio, raccontato da Danilo Alessi. All’incontro, hanno partecipato un buon numero di persone tanto è che la piazzetta era gremita in ogni ordine di posti. Con l’autore al tavolo, la sua editrice Angela Galli, per Persephone Edizioni, il presidente della Pro Loco Bruno Chiassoni e la fisarmonicista Stefania Donda. Il giornalista Paolo Chillè a moderato l’incontro. Durante la presentazione sono stati letti alcuni brani del libro, accompagnati dal suono della fisarmonica. Lunghi applausi hanno sottolineato gli interventi e Alessi ha risposto puntualmente alle domande che gli sono state poste. Il libro “Quelle ragazze del ’62”, è il viaggio attraverso l’Europa degli anni ’60, a bordo di una fiat 600, compiuto da due donne e amiche speciali, che racconta di un’Europa ancora nelle idee ma di cui si poteva già cominciare a delineare attraverso i costumi, i volti, le storie di tutti i personaggi che le due protagoniste incrociano sul percorso. Un romanzo che parla di ideali, di speranze, di gioventù e di donne: un diario scritto a 4 mani, ripreso a distanza di tempo, e che anche grazie alla lucidità e alla franchezza della penna dell’Autore, acquista oggi una valenza “storica” ancora più significativa. Le immagini a copertura del video sono di Antonio Zucaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

I Misteri di Porto Longone portano l’Elba a Venezia

Il Premio Isola d’Elba al giallo storico di Bianchin & Colferai. ne parla il "Ridotto"

Alessandro Zaccuri si aggiudica il Premio Raffaello Brignetti

"Poco a me stesso” vince la 50esima edizione. Largo consenso e unanimi apprezzamenti

“L’agile Mangusta”di Alfio Nicotra alla Gran Guardia

La presentazione venerdì 2 settembre alle ore 18,00 presso la Sala della Gran Guardia