Fratelli d’Italia attacca il Governo: “sui balneari no certezze”

"Da prorogare le concessioni in quei comuni impossibilitati a mettere a gara"

“Mentre si attende ancora la pronuncia della Corte Costituzionale sull’ammissibilita’ del ricorso presentato da Fratelli d’Italia alla decisione del Consiglio di Stato, per fermare le sentenze di novembre 2021 e gli effetti devastanti che l’errata applicazione della direttiva europea Bolkestein avrebbe per i balneari, il governo Draghi prosegue con la politica degli annunci e delle promesse senza dare certezze al comparto”, dicono il capogruppo FdI alla Camera, Francesco Lollobrigida, e quello in commissione Attivita’ Produttive e Turismo di Montecitorio, Riccardo Zucconi. “Il testo dell’emendamento di maggioranza al ddl Concorrenza, proposta che dovrebbe prorogare di uno o due anni le concessioni in quei Comuni impossibilitati a procedere con la messa a gara delle spiagge dal 2024, e’ ancora fantasma. FdI – affermano ancora – ribadisce il suo no all’ipotesi di svendita di un bene prezioso, come imposto dal Consiglio di Stato e in ossequio alla Bolkestein. E’ assurdo che le forze politiche che sostengono questo esecutivo accettino l’esproprio di fatto di 30mila aziende italiane e continuino a non tutelare imprese, lavoratori e famiglie che in questo settore hanno investito le proprie risorse creando ricchezza per la nostra Nazione. Questo e’ il governo dei migliori solo nel difendere gli interessi degli altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

La Regione: assicureremo sostegno allo sviluppo delle isole

Anselmi: interventi mirati a mobilità e accesso ai territori, servizi pubblici di qualità

Rigassificatore Piombino, polemica fra Fdi e PD

Il PD regionale: "solo pretesti per creare polemiche fra Comune e Regione"

“Perchè aumentare ancora l’ingresso al Parco Minerario?”

Una interrogazione presentata dalla consigliera Cinzia Battaglia a sindaco e assessori